le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni Regionali 2015, Vendola: c'è stato un terremoto politico

Nichi Vendola, dopo 10 anni di governo in Puglia, passa il testimone e si complimenta con il candidato del PD Michele Emiliano ma ammette che i risultati delle elezioni Regionali 2015 sono stati un vero e proprio "terremoto politico" perché "quasi il 50% degli italiani non è andato a votare".

Nichi Vendola, dopo 10 anni di governo in Puglia, passa il testimone e si complimenta con il candidato del PD Michele Emiliano "per la vittoria così forte che ha ottenuto". Nonostante questo, commentando i risultati delle elezioni Regionali 2015 Vendola sottolinea: "Il fascino dell'invincibilità di Matteo Renzi esce sfregiato dalle regionali" In conferenza stampa alla Camera, l'ex governatore della Puglia sottolinea infatti: "L'arrampicata sugli specchi sembra essere la ginnastica preferita dal gruppo dirigente Pd, quando invece il partito dovrebbe aprire una riflessione seria sugli effetti di politiche sbagliate. Mi sembra che si accontentino di continuare a fare propaganda anche dopo aver preso una botta". Il leader di Sel evidenzia: "Renzi ha una grande responsabilità. C'è stato un terremoto politico: quasi il 50% degli italiani non è andato a votare, è cresciuta enormemente l'area del dissenso, con i tanti voti presi dal M5S e, purtroppo, dalla Lega Nord. - chiarendo - Renzi ha due alternative: continuare a polemizzare sulla tendenza scissionista all'interno del PD, oppure ragionare sulla scissione tra il PD e il suo tradizionale elettorato di centrosinistra". Vendola osserva quindi che "in giro per l'Italia ci sono tante esperienze diverse e interessanti da connettere per formare una rete, su cui si rilancia il progetto della sinistra". Il leader di Sinistra ecologia e libertà quindi assicura: "Noi siamo in campo per dare una mano, per costruire un progetto segnato dall'innovazione politica e anche dei temi. - concludendo - Non intendiamo ricostruire la sinistra radicale ma lavorare un'agenda di governo e a un soggetto politico che possa entrare in competizione con Renzi sul terreno delle scelte economiche e sociali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: