le notizie che fanno testo, dal 2010

Nevruz, Le Ossa e il delay di X Factor: nuovo video e album in arrivo

Milioni di persone nell'arco di un anno si saranno chiesti almeno una volta: ma che fine ha fatto Nevruz Joku? Il "vincitore morale" e terzo classificato di X Factor "per tutti", esce con un video di cui è regista e scenografo e annuncia un prossimo singolo ed un primo album di inediti, targato Hukapan, etichetta di Elio e le Storie Tese.

Nella scorsa edizione di X Factor, più o meno un anno fa, Nevruz era arrivato terzo classificato dopo Nathalie e Davide Mogavero. Per molti quell'edizione di X Factor condotta da Francesco Facchinetti, che aveva come giudici Mara Maionchi, Elio, Enrico Ruggeri e Anna Tatangelo, è rimasta anche "l'ultima" dato che il format, passando da Rai 2 a Sky Uno è certamente, parafrasando una pubblicità d'altri tempi, diventato "per molti ma non per tutti". Naturalmente dopo che le telecamere del programma si sono spente, sono "spariti" dagli occhi del "grande pubblico" anche quei cantanti che avevano calamitato l'attenzione di milioni di persone. Ma mentre molti oggi, a distanza di un anno, avranno forse delle difficoltà a ricordarsi la faccia di Davide Mogavero, di certo non avranno dimenticato Nevruz, i suoi travestimenti, e la sua particolare voce da rocker d'altri tempi. E una domanda, di tanto in tanto, balena in milioni di menti: ma che fine ha fatto Nevruz? Nevruz in realtà non ha fatto una "fine" ma, da pochi giorni, ha appena fatto un "inizio". Come diceva Neil Young "rust never sleeps" (la ruggine non dorme mai), e Nevruz, silenziosamente, con il passo di chi non ha il budget per comprarsi la "bacchetta magica" (con cui notoriamente si può fare tutto e all'istante) ha lavorato duramente per costruire ciò che Nevruz stesso sarà da oggi in poi. Reduce dal Joker Tour 2011 che lo ha portato sui palchi in giro per l'Italia accompagnato da Le Ossa, il suo gruppo e, in un certo qual modo il suo "progetto artistico", arriva con un video nuovo di zecca su Youtube. Il video, di cui è anche regista e scenografo, è "Tra l'amore e il male", canzone scritta per lui, come inedito di X Factor, da Bungaro e Grandi (e firmata anche dallo stesso Nevruz Joku). Sui commenti di Youtube "francipabla" scrive con affettuosa ironia: "Personalmente avrei aspettato di più a far uscire il video, d'altronde la canzone è uscita solo un anno fa!". Ma proprio in questo "delay" sta la forza e l'autenticità di Nevruz. Il rocker modenese, privo di quei mezzi che fanno brillare la montatura degli occhiali e luccicare la pettinatura di certi cantanti nostrani, lanciati dai talent ma lancinanti nel talento, ha saputo saggiamente "trasformarsi" in artigiano, il quale sa aspettare i tempi giusti tra la carta abrasiva e la gommalacca. In un anno Nevruz ha infatti costruito provandola "dal vivo" (e on the road) la line-up definitiva della sua band, Le Ossa che, orgogliosamente, presenta ognidove (con grande generosità artistica); ha "creato" letteralmente il suo primo video e, come si legge dalla nota del nuovo clip ("Tra l'amore e il male" youtube.com/watch?v=aAgd55f_TvA) prima di Natale ci sarà il nuovo singolo prodromo del suo primo album di inediti. Il video di "Tra l'amore e il male" è certamente da guardare con attenzione, dato che Nevruz dietro la macchina da presa dimostra quel piglio sicuro di chi sa ottenere dal mezzo ciò che vuole, coadiuvato alla direzione alla fotografia da Elisabetta Tagliazucchi. Il video si apre con un prologo emblematico, dove Nevruz, davanti alla storica puntata di Porta a Porta nel quale Berlusconi firmava il "contratto con gli italiani", viene mollato al telefono (a forma di teschio, naturalmente, ma qui in veste evidentemente amletica) da una certa Alice per il fatto di essere "un disoccupato". Ricordiamo che Nevruz stesso, ad X Factor, si presentava come un "operaio disoccupato" (http://is.gd/B7DM6Y), che voleva vivere con ogni sacrificio di musica, e probabilmente la vicenda del video potrebbe essere autobiografica, almeno come "frecciatina". Non a caso Alice al telefono tuona: "basta, ti ho detto che non ti amo più! Un uomo che perde il lavoro per me è un fallito". Una frase che bravi ragazzi, ma non perfettamente conformi nella "Grand Parade of Lifeless Packaging" (http://is.gd/HkrJA0) del Mondo 2.0, si sono spesso sentiti dire da ogni grado di parentela, anche acquisita o acquisibile. Ovviamente l'eco di Alice è il terribile "fallitooo, fallitooooo, fallitoooooo" e risuona nei gangli di Nevruz che però non va fuori dai gangheri anche quando la madre di questa Alice, dopo che Nevruz ha passato la notte all'addiaccio per aspettarla con un mazzo di fiori (tramutato, forse dalla magia della speranza, da un ombrellino da vedovanza, proprio come un prestidigitatore d'antan), apre le persiane ed esclama il classico: "lascia in pace mia figlia e vai a lavorare". E qui scoppia la canzone "Tra l'amore e il male". Bellissima l'idea degli ulivi alla "gelatina" (nel senso delle luci) e la macchina da presa fissa su Le Ossa, con Nevruz che, come fosse in un palcoscenico, sbuca con mimiche intimizzate dai grandi ipnotizzatori del rock. Le Ossa anche a livello scenico e "mimico" si rivelano un gruppo credibile e che "ci crede". Essenziale citarli tutti: Dr. Scheletro (batteria), Asso (basso), Nictophelia (chitarra), Ghost (tastiera), Monsieur Demon (violoncello - artista a sé). Senza dimenticare Nevruz Joku (voce e chitarra). Ma a dispetto dei nomi un po' tetri, proprio come nello stile di Nevruz, Le Ossa conservano quel lato "buono" che li fa assomigliare alla band degli Aristogatti (youtube.com/watch?v=60lBPzThOtY) che, come si sa, se ne intendeva di musica e sapeva fare il jazz. Questo video quindi rappresenta una vera e propria "ripartenza" per Nevruz, dato che scrive l'epitaffio sul rapporto con la Sony Music (che ha pubblicato l'EP "Tra l'amore e il male") per passare a "miglior vita" artistica, ovviamente, con la Hukapan di Elio e le Storie Tese. Si legge dal canale Youtube di Nevruz Joku e Le Ossa: "Questo video sancisce la fine di un percorso e nello stesso tempo ne inaugura uno completamente nuovo ed entusiasmante: poco prima di Natale uscirà infatti il singolo cui spetterà il compito di fare da apripista per un nuovo album di inediti". Insomma, rock and roll can never die.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: