le notizie che fanno testo, dal 2010

Femminicidio: governo monitori attuazione piano antiviolenza, chiede Dirindin (PD)

"Da quando è iniziata la staffetta 12 giorni fa, sono già 4 le donne uccise per mano di un uomo cui erano legate da relazione amorosa", ricorda in un comunicato Nerina Dirindin del Partito Democratico.

"Da quando è iniziata la staffetta 12 giorni fa, sono già 4 le donne uccise per mano di un uomo cui erano legate da relazione amorosa. L'ennesimo omicidio consumato tra le mura domestiche è successo in un appartamento alla periferia di Torino, dove una donna è stata trovata in casa senza vita. La donna, Diana Gogoroia, moldava di 36 anni, da tempo residente in Italia è stata trovata nel letto con la gola tagliata, mentre il suo convivente Antonio Missud, 51enne con precedenti per minaccia e violenza a persone, è stato trovato in una stanza vicina, impiccato. Gli inquirenti ritengono che si possa trattare di un omicidio suicidio con al centro il fattore gelosia. La donna era appena rientrata da un viaggio da sola" spiega in una nota l'esponente del PD Nerina Dirindin.

"Sui media la violenza sulle donne è quasi sempre descritta come frutto di motivi passionali. - precisa - Si tratta di una rappresentazione falsata della realtà. Il femminicidio è quasi sempre l'estremo risultato di una serie di comportamenti violenti di lunga data. Con la legge 119 del 2013 di contrasto alla violenza di genere, in attuazione della Convenzione di Istanbul, il nostro paese ha riconosciuto la violenza sulle donne come violazione dei diritti umani e discriminazione di genere, per questo è stato proposto e approvato un piano contro la violenza sulle donne. E nel frattempo sono stati rafforzati strumenti di protezione, per garantire maggiore sicurezza alle donne minacciate."

"Bisogna però monitorare che queste misure funzionino e che il piano sia attuato.- sottolinea la senatrice - Per questo rivolgo un appello alla ministra per le Pari Opportunità e al Governo tutto: si monitorino l'applicazione, i pregi e i limiti della legge 119/2013, e soprattutto si dia piena e accurata attuazione al piano contro la violenza". La parlamentare rivolge poi un appello ai media: "Si smetta di giustificare gli assassini e di colpevolizzare le donne" perché "sono 160 le donne uccise ogni anno, non possiamo più accettare questa mattanza."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: