le notizie che fanno testo, dal 2010

Nelson Mandela, laparoscopia diagnostica e poi dimesso: sta bene

Nelson Mandela sta bene e l'esame chirurgico cui è stato sottoposto in ospedale, una laparoscopia diagnostica, "non ha mostrato nulla di veramente grave" come assicura il presidente del Sudafrica Jacob Zuma. Madiba è quindi stato dimesso ed è tornato a casa.

I controlli effettuati in ospedale su Nelson Mandela, 93 anni, "non hanno indicato nulla di serio", come conferma l'ufficio del presidente sudafricano Jacob Zuma, lo stesso che aveva avvisato il mondo intero che il Premio Nobel per la Pace era stato ricoverato in ospedale per dei "dolori addominali" (http://is.gd/Q4SMHm). Nelson Mandela è stato sottoposto infatti ad una laparoscopia diagnostica nella zona addominale, conosciuta anche come video-laparo-chirurgia (VLC) perché appunto, partendo da una piccola incisione, il chirurgo introduce una piccola telecamera che trasmette ad un monitor, dove il medico può osservare se all'interno ci sono o meno infezioni e capire quindi di quale disturbo possa soffrire il paziente. Dopo l'esame, che di norma avviene in anestesia totale anche se può essere effettuato in anestesia locale, Nelson Mandela è stato dimesso dall'ospedale. "I medici hanno deciso di rimandarlo a casa, perché la procedura diagnostica a cui è stato sottoposto non ha mostrato nulla di veramente grave - annuncia il presidente del Sudafrica Jacob Zuma - I medici ci hanno assicurato che non c'è niente da temere e che Madiba è in buona salute". Madiba è il titolo onorifico adottato dai membri anziani della famiglia di Nelson Mandela, ma che ormai è divenuto un sinonimo del nome di colui che lottò per l'abolizione dell'apartheid, scontando per tale sogno di libertà anche 27 anni di carcere.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: