le notizie che fanno testo, dal 2010

Nadia Macrì: Berlusconi sogno degli italiani, Fede il selezionatore

Nadia Macrì racconta a Sky di essere stata introdotta nelle feste di Silvio Berlusconi da Lele Mora ed Emilio Fede, il "selezionatore". La escort spiega che alle feste partecipavano anche "molte ragazze giovani" e che una "bionda della TV" sembrava "la coordinatrice del gruppo".

Su Sky è stata trasmessa, e pare anche ripetutamente, una intervista alla escort Nadia Macrì che rivelerebbe di alcune serate ad Arcore e a Villa Certosa. L'avvocato di Sivio Berlusconi, Niccolò Ghedini, in una nota spiega che "in relazione all'intervista di Nadia Macrì che sta ripetutamente andando in onda su Sky, si deve rilevare come le sue dichiarazioni siano destituite di ogni fondamento e già state smentite dai fatti e da numerosissime dichiarazioni testimoniali - e continua - E' assai singolare che venga riproposta oggi un'intervista su una vicenda che già aveva trovato chiarimento oltre che specifiche precisazioni anche della magistratura. E' evidente che ci si riserva ogni azione giudiziaria in merito".
Nadia Macrì, infatti, racconta a Sky che il primo contatto (prima di approdare ad Arcore) l'avrebbe avuto con un ragazzo che poi avrebbe scoperto essere "il responsabile delle guardie di Lele Mora". Nadia spiega che il giovane gli disse che facendo la escort avrebbe potuto guadagnare anche "5mila euro a notte" perché avrebbe frequentato "gente importante", cioè "il Presidente", specifica poi la ragazza.
Nadia Macrì racconta poi l'incontro con Lele Mora: "Ero seduta nel suo salotto privato con altre ragazze, in silenzio, non parlavamo tra noi. Non potevo dire niente, dovevo stare zitta. Eravamo in cinque-sei ragazze, tutte straniere, brasiliane e russe, tranne me". Nadia racconta che mentre attendevano Mora il televisore era sintonizzato sul Tg4 e che poi, con delle auto private, dice: "Siamo andate direttamente negli studi di Emilio Fede, abbiamo aspettato che finisse il Tg, poi lui è arrivato".
Nadia definisce Emilio Fede come una sorta di "selezionatore" visto che sembra che il direttore del Tg4 chiamasse le ragazze una per una e alcune le mandava anche via.
Quella sera, sembra agli inizi di marzo, Nadia Macrì dice di essere stata portata ad Arcore per una "presentazione" tanto da affermare che "la situazione era carina, era tutto bello. Si mangiava bene, tortelli in brodo. Eravamo una decina e tutte sapevano, erano già istruite. C'era anche Emilio Fede", racconta.
Quella sera, poi, una donna "bionda" che "lavora in TV" e che sembrava "la padrona, la coordinatrice del gruppo" avrebbe chiesto a Nadia il numero del cellulare tanto che un "paio di mesi" dopo Berlusconi in persona l'avrebbe contattata esordendo: "Sono il sogno degli italiani, sono il Presidente".
Da allora Nadia spiega a Sky che trovava sempre meno belle le feste a cui partecipava visto che avrebbe notato "molte ragazze giovani", anche se precisa che non può affermare se fossero o meno minorenni.
Nadia dice che solo dopo aver saputo la storia di Noemi Letizia avrebbe pensato che forse anche quelle ragazze potevano avere meno di 18 anni. A Sky Nadia Macrì racconta di essere andata anche a Villa Certosa (Sardegna), sempre dopo essere stata invitata da Berlusconi stesso.
Nadia Macrì confida poi che rifarebbe tutto ma "in modo diverso" spiegando: "Mi sono presentata come una escort e invece dovevo forse dire che volevo fare qualcosa in TV, fare la velina...".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: