le notizie che fanno testo, dal 2010

NATO, Stoltenberg: esercitazione Trident Juncture è avvertimento a Russia

Prosegue senza interruzioni l'esercitazione NATO Trident Juncture che in questi giorni invade il Mediterraneo nonché le aree all'interno dei poligoni della Sardegna. Ma perché, come denunciano gli indipendentisti, la Sardegna sta subendo un attacco unilaterale da parte dello Stato italiano che, senza nessun accordo la sta bombardando? La risposta è fornita dal segretario generale della NATO Jens Stoltenberg che rivela: è un avvertimento alla Russia.

Prosegue senza interruzioni l'esercitazione NATO Trident Juncture che in questi giorni invade il Mediterraneo nonché le aree all'interno del poligono nel Sulcis e la base aerea di Decimomannu, in Sardegna. La questura di Cagliari ha infatti anche negato sia il sit-in in programma questa notte davanti l'ingresso del poligono di Teulada sia il corteo nei pressi della struttura militare. A protestare contro l'esercitazione NATO i pacifisti e gli indipendentisti sardi. A niente sono valsi gli appelli dell'iRS (indipendentzia Repubrica de Sardigna) che ricorda come "manifestare in maniera pacifica è un atto legittimo e democratico e non può essere impedito. - chiarendo - Oggi la Nazione Sarda sta subendo un attacco unilaterale da parte dello Stato italiano che, senza nessun accordo sta bombardando la nostra isola".

L'iRS precisa infatti che "il Popolo Sardo è contrario al fatto che la Sardegna venga utilizzata come piattaforma di guerra nel Mediterraneo", rammentando: "Non esiste attualmente un accordo ufficiale Stato - Regione che autorizzi questa esercitazione militare sulla nostra terra che si sta svolgendo in maniera illegale oltre che illeggittima ma al contrario esiste l'ordine del giorno n. 9 approvato all'unanimità il 17 Giugno 2014 da tutti i legittimi rappresentati del popolo Sardo ovvero il consiglio regionale democraticamente eletto, che impegna la giunta regionale a porre la graduale dismissione di tutti i poligoni militari ed il loro superamento".

Ma per quale motivo, come denunciano gli indipendentisti, "lo Stato italiano ha abbondantemente oltrepassato i limiti della decenza e della arroganza rispetto al Popolo Sardo"? La risposta appare ovvia cosiderando l'attuale torrido clima geopolitico ma a spiegarlo senza troppi giri di parole è il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg. In una intervista al quotidiano spagnolo ABC, Stoltenberg precisa che l'esercitazione militare Trident Juncture è un avvertimento a tutti i potenziali nemici della NATO, in primis la Russia. L'esercitazione che tocca Spagna, Portogallo e Italia, iniziata il 26 ottobre e che terminerà il 6 novembre, prevede l'impiego di 36.000 soldati provenienti da 30 paesi, tra cui i due non NATO Austria e Svezia, di 140 velivoli e di 90 tra navi e sottomarini. Stoltenberg non nasconde quindi che l'imponente esercitazione Trident Juncture è pensata per far vedere che la NATO è pronta a difendere l'Alleanza contro ogni minaccia. Finora, però, gli unici a sentirsi minacciati sono i cittadini che "ripudiano la guerra".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: