le notizie che fanno testo, dal 2010

E.coli in Francia. NAS: sequestrate in Italia 5 tonnellate carne

I NAS hanno sequestrato nel veronese circa 5 tonnellate di carne, tra hamburger e polpette, a marchio "Steaks Country", nella piattaforma logistica della Lidl, per verificare la presenza o meno del batterio Escherichia coli, che ha infettato in Francia 8 bambini.

I carabinieri del NAS hanno sequestrato nel veronese, su disposizione del Ministro della Salute, circa 5 tonnellate di carne, tra hamburger e polpette, a marchio "Steaks Country", nella piattaforma logistica della Lidl. Sarebbero gli hamburger "Steaks Country", infatti, all'origine dell'infezione da Escherichia coli che ha colpito ben 8 bambini in Francia, causandogli diarrea emorragica. Nel veronese sono state ritirate quindi 1570 confezioni di hamburger da un chilo e 4mila confezioni di polpette da 900 grammi (per un totale appunto vicino alle 5 tonnellate di prodotto), che rappresentano la gran parte della carne "Steaks Country" presente in Italia. La restante parte verrà sequestrata venerdì 17 giugno sempre dai NAS. I campioni di carne "sospetta" verranno poi analizzati dall'Istituto Zooprofilattico di Padova per verificare la presenza del batterio infettivo di Escherichia coli, anche se si tende ad escludere che la carne distribuita in Italia possa essere contaminata. La Coldiretti, in una nota, sottolinea che "il prodotto surgelato 10 Steak Hachès 100% carne di bovino surgelata", quello che ha infettato i bambini francesi, non sarebbe infatti "mai stato in vendita presso i supermercati Lidl in Italia", riportando una risposta scritta della direzione della catena di hard discount. "Nei prossimi giorni - spiega infine il ministro della Salute Ferruccio Fazio - avremo i risultati delle analisi e potremo verificare se il batterio infettivo che ha colpito i bambini francesi si trova nella carne o se è legato a difetti di conservazione o manipolazione del cibo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: