le notizie che fanno testo, dal 2010

Movimento Forconi: da Facebook al nuovo sito internet. No spin doctor

Il Movimento dei Forconi apre finalmente un sito internet, uscendo dall'empasse delle "duplicazioni" di Facebook dove le pagine "non autorizzate" sono più numerose ed anno più "mi piace" di quella originale. Un'altra riprova empirica di come il Movimento dei Forconi sia "spontaneo", privo di "spin doctor".

Il Movimento dei Forconi ha dovuto aspettare circa una settimana per la sua "consacrazione mediatica". Nato ad Avola il 20 maggio 2011 dall'alleanza con il Movimento Pastori Sardi (http://is.gd/QeJ0Yx), il Movimento dei Forconi ha avuto da subito "innumerevoli tentativi di imitazione" proprio come la Settimana Enigmistica. E ovviamente continua ad averli. Il "brand" dei Forconi ha avuto un impatto talmente potente, forse anche per il suo significato atavico, da divenire un "marchio" di tutte le "proteste" di questi giorni, a cominciare da quelle dei TIR che spezzano in due l'Italia. Il fatto che la gestione della comunicazione, soprattutto internet, del Movimento dei Forconi lasci ancora a desiderare, è in un certo senso la cartina di tornasole dell'autenticità di questo movimento. Sul web infatti regna la confusione su quale sia la pagina Facebook "vera" dei Forconi, visto che ne esistono diverse. Ancora oggi non esiste un sito univoco a cui fare riferimento. Qualsiasi altro movimento "organizzato" e con le "spalle coperte", avrebbe avuto a disposizione ben altre armi della comunicazione, con declinazioni web patinate su tablet, iPhone, iPad, e in mille rivoli trendy. E invece il Movimento dei Forconi ha aperto la sua onesta "paginetta" su Facebook esponendosi ai pericoli della giungla del web, inimmaginabili per dei lavoratori che non appartengono alla "società dell'informazione". Nell'ambiente standardizzato di Facebook infatti, dove tutti sono uguali nella loro "gabbietta social" (quindi in box di un layout predeterminato), Obama è uguale ai Forconi e così, come vuole logica, le pagine dei Forconi "false" e non "autorizzate" possono essere perfettamente uguali a quella dei Forconi "vere". E così è stato. Non a caso molti giornalisti, in primis, non conoscono la "pagina ufficiale Facebook" del Movimento dei Forconi ("Movimento dei forconi Ferro-Scarlata Pagina Ufficiale" a questo indirizzo http://is.gd/eqAKcA) e non sanno che tutte le altre pagine Facebook "dei Forconi" sono, per usare un eufemismo, "spurie". Alcune di queste pagine "false" su Facebook hanno costretto Mariano Ferro e Giuseppe Scarlata a diramare giorni fa un comunicato ufficiale dove scrivevano: "Stiamo andando alla polizia postale con tanto di nomi e cognomi per denunciare gente di Forza Nuova che su Facebook sta facendo nascere profili di FN legati al Movimento dei Forconi. Questa è una cosa che non è sopportabile." (Mariano Ferro a SKY tg24). E così, forse per evitare altre "innumerevoli tentativi di imitazione", proprio come il Movimento Pastori Sardi, i Forconi "veri" si affidano al vecchio sano ed efficace sito internet, con il dominio www.movimentodelforcone.it. Il sito "www.movimentodelforcone.it" è ancora in costruzione ed è "semplice" e fatto, per così dire, "in famiglia". Ecco perché dietro ai Forconi, anche ad occhio, c'è solamente "gente normale", con i suoi pregi e difetti, e non i soliti "spin doctor".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: