le notizie che fanno testo, dal 2010

Forconi volantinano. A Messina si prepara "cimitero-pattumiera" NATO

Il Movimento dei Forconi volantina in modo pacifico a Villa San Giovanni in Calabria. Nessun rallentamento, nessun disagio sullo Stretto. Risultato: no blocco traghetti no pagine nazionali. Anzi. Intanto il Movimento Pastori Sardi si organizza. E le due Isole continuano ad essere beffate.

A meno che non ci sia un "gran finale", la manifestazione del Movimento dei Forconi in Calabria nella zona degli imbarcaderi a Villa San Giovanni, iniziata l'8 Luglio e definita dallo stesso Mariano Ferro una "ribellione del popolo" e un'occasione per mobilitare altri lavoratori (leggi FIAT) , "finirà" come è cominciata, e cioè con "praticamente" nessun disagio e con un "volantinaggio" di una cinquantina di persone, come riportano i rarissimi media nazionali.
Niente "blocco dei traghetti" quindi, con il leader del Movimento dei Forconi che dice alla stampa nazionale: "non vogliamo creare disagi a nessuno ma vogliamo risposte ai nostri problemi".
E così mentre il Movimento Pastori Sardi (da cui il Movimento dei Forconi è "nato" ), si prepara a riunirsi a Tramatza il 13 Luglio con un accorato appello ai Pastori , ecco che le due Isole sono unite da una crisi "nera" ancora forse non pienamente compresa dalla popolazione stessa, divisa, purtroppo, così come nel resto d'Italia, tra chi "sta bene" (e "gli va bene" lo status quo) e chi sta diventando "troppo debole e fragile" anche per protestare.
L'indifferenza poi fa il resto. Emblematico il silenzio su due iniziative che riguardano l'atmosfera "militare" delle due Isole.
Mentre la Sardegna potrebbe essere investita dall'ennesima beffa del decreto legge "ammazza-bonifiche" dei siti militari inquinati (inserita con il comma 2 all'articolo 35 del D.L. Sviluppo) che significherebbe una Quirra eterna ( in senso radiologico ), la Sicilia ed in particolare Messina potrebbe diventare, come riporta Antonio Mazzeo sul suo blog "Un grande cimitero-pattumiera di tutte le navi da guerra che saranno dismesse dalle marine dei paesi membri della NATO. Prodotti chimici e idrocarburi, agenti inquinanti e cancerogeni, rifiuti tossici e speciali. Da stoccare, maneggiare, trattare e 'bonificare' a due passi dal centro urbano".
Due Isole bellissime, due "pattumiere militari" come già osserva qualcuno, e questo nonostante il Movimento dei Forconi e il Movimento dei Pastori Sardi, perché, come si è detto tante volte tra i Forconi "o cambia la testa della gente o la battaglia è inutile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: