le notizie che fanno testo, dal 2010

Forconi in Sicilia ecco risultati: congelamento Serit e addio ICI-IMU

Il Movimento dei Forconi presenta il primo "pezzo di carta" firmato anche da "i deputati dei Gruppi Parlamentari esistenti all'A.R.S". Si va dal "congelamento delle cartelle Serit" al "caro-gasolio" per arrivare all' "eliminazione dell'ICI e dell'IMU su fabbricati rurali ed i terreni".

Il Movimento dei Forconi dopo una settimana di blocco della Sicilia, ora "allentato", incominciano a portare a casa dei risultati "politici" e immediati, proprio come aveva promesso, prima di scendere in piazza, uno dei leader del movimento, Mariano Ferro (http://is.gd/EMEsL8). Sulla pagina ufficiale del Movimento dei Forconi su Facebook (qui http://is.gd/eqAKcA) è apparso un documento "scannerizzato" che sarebbe "la richiesta fatta oggi ai rappresentanti dei Gruppi Parlamentari siciliani da parte dei rappresentanti del movimento dei Forconi e di Forza d'urto". Il documento per molti è talmente "bello" da sembrare una "bufala" ma lo stesso Movimento dei Forconi sottolinea che il documento è vero. Ve lo proponiamo "ribattuto", l'originale, una fotografia, sempre su Facebook, è a questo indirizzo (http://is.gd/QPGsWI). "L'incontro svoltosi in data odierna, nella Sala Rossa di Palazzo dei Normanni, tra i rappresentanti del movimento dei Forconi e di Forza d'urto ed dei produttori e i deputati dei Gruppi Parlamentari esistenti all'A.R.S, ha evidenziato la gravità della situazione socio-economica siciliana e le possibili cocrete misure da adottare immediatamente. Le richieste avanzate dai signori Bertolone, Calderone, Ferro, BEROMATI, Santobono, Zorba, Ciaculli, per il movimento di protesta e ripresa, discusse, precisate e accolte dai parlamentari Cimino, Minardo, Ragusa, Incardina, Leontini, Bufardeci, Adamo, Ammatuna, Caputo, Fallica,Scilla, Mineo, hanno costituito la seguente agenda: 1) Richiesta al presidente dell'ARS On. Cascio di pretendere la presenza del Governo in Aula martedì 24 gennaio per discuter con priorità assoluta la dichiarazione dello stato di crisi della Sicilia e le conseguenti misure da adottare immediatamente; 2) Immediata attivazione di tutti gli strumenti parlamentari e di Governo per attuare soluzioni concrete come il congelamento delle cartelle Serit e la modifica della normativa relativa al fermo amministrativo Serit per le autovetture, attuazione della legge regionale n.25 con particolare riferimento alle norme agro-alimentari; ed all'attivazione dei bandi per il caro-gasolio anche per la pesca per l'acquisto, con procedura semplificata dei mezzi agricoli ed al pacchetto relativo all'accesso al credito. 3) Coinvolgimento dei parlamentari nazionali siciliani e di tutti i loro gruppi alla Camera ed al Senato per l'ottenimento delle seguenti soluzioni: A) eliminazione dell'ICI e dell'IMU su fabbricati rurali ed i terreni; B) eliminazione delle accise sul costo dei carburanti ed approvazione della legge riguardante la modifica dell'art.36 dello Statuto siciliano; C) Controllo più efficace della regolarità delle merci in entrata; D) Riduzione del pedaggio e del costo del traghettamento sullo Stretto di Messina; E) Modifica della norma riguardante i vincoli in zona SIC e ZPS. Palermo, Li 22 gennaio 2012". Seguono le firme autografe.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: