le notizie che fanno testo, dal 2010

Suzuki molla la MotoGP, causa crisi. Obiettivo: competitiva nel 2014

Dal 2012 il Mondiale di MotoGP non vedrà la Suzuki tra le moto protagoniste. La casa giapponese ha annunciato il ritiro dalla massima competizione per "far fronte a situazioni difficili". La scuderia di Hamamatsu ha comunque intenzione di tornare nel 2014 creando in questo lasso di tempo una moto che potrà essere competitiva.

A partire dalla stagione 2012 la Suzuki non farà parte della griglia di partenza della MotoGP. La decisione che era già nell'aria da alcune settimane è stata comunicata ieri mattina quando, tramite un comunicato stampa, la casa giapponese ha confermato di voler sospedere l'attività racing in MotoGP. La motivazione, si legge nella dichiarazione, sta nella "necessità di far fronte a situazioni difficili causate principalmente dalla recessione prolungata nei paesi sviluppati, un apprezzamento storico di Yen giapponese e ripetuti disastri naturali". La notizia arriva come una doccia fredda per tutti i tifosi e sostenitori del marchio Suzuki, che fino all'ultimo Motomondiale hanno visto correre Alvaro Bautista con buoni risultati. C'è da dire che da mesi la scuderia di Hamamatsu aveva posto dubbi sul proprio futuro in MotoGP, inizialmente con la scelta di far correre una sola moto anziché due, poi con la volontà di non passare al motore 1000cc (come hanno fatto Honda, Ducati e Yamaha) continuando a correre con la vecchia moto da 800cc. In ogni caso, il ritiro è valido solo per la MotoGP dove Suzuki spera di riuscire a tornare nel 2014. La casa giapponese infatti occuperà questo tempo sullo sviluppo di una nuova moto, con l'obiettivo di tornare ad essere immediatamente competitiva. Intanto Alvaro Bautista ha firmato con la Honda Gresini, dove correrà nella prossima stagione, mentre il francese Randy De Puniet, che aveva testato a Valencia con successo la vecchia Suzuki, dovrà impegnarsi a cercare un'altra scuderia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Ducati# Honda# MotoGP# Suzuki# tifosi