le notizie che fanno testo, dal 2010

MotoGP: black-out a Aragon. Lorenzo: oggi si vedrà chi è il più veloce

Un incendio nella zona limitrofa al circuito avrebbe fatto saltare l'elettricità su tutto il paddock, impedendo lo svolgimento della seconda sessione di prove libere per la MotoGp e la Moto2.

Un black-out ha impedito ai piloti della MotoGP di effettuare la seconda sessione di prove libere. E' accaduto nel modernissimo circuito di Aragon, in Spagna, dove oggi Valentino Rossi e gli altri piloti della categoria si daranno battaglia. I problemi con l'elettricità sono iniziati la mattina presto, rinviando di venti minuti l'inizio della seconda sessione riservata alla 125 e, poco prima che toccasse alla MotoGP un black-out ha lasciato senza elettricità tutto il paddock, impedendo quindi le comunicazioni di sicurezza, oltre ai cronometraggi. Alla fine si è deciso per l'annullamento delle prove, sia per la MotoGP che per la Moto2 (ma avranno 30 minuti in più nella terza sessione di oggi), in modo da consentire ai tecnici del circuito di individuare il guasto al generatore. Sembrerebbe che sia stato un incendio a causare un blocco elettrico nei paesi limitrofi al circuito, che è rimasto inevitabilmente senza corrente. Intanto la prima sessione di prove libere della categoria dominata da Stoner hanno visto Dani Pedrosa, chiudere con la sua Honda il miglior tempo (1.50.281) e staccando di circa mezzo secondo il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo su Yamaha e l'australiano Casey Stoner (Honda). In seguito Lorenzo precisa che "è troppo presto per trarre conclusioni in merito alla gara di domenica perché la pista era troppo sporca; solo domani (oggi, ndr) si vedrà realmente chi è il più veloce - concludendo - Siamo rimasti molto delusi per l'annullamento delle prove del pomeriggio ma domattina avremo a disposizione più di un'ora per recuperare tempo e provare soluzioni nuove". Quarto tempo per Marco Simoncelli in sella alla Honda (il migliore degli italiani in questa sessione), seguito in quinta posizione da Andrea Dovizioso (Honda). Solo ottavo il tempo di Valentino Rossi con la sua Ducati, che ha provato anche il nuovo telaio in alluminio al posto della fibra di carbonio testato al Mugello la settimana scorsa con il motore 1000.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: