le notizie che fanno testo, dal 2010

MOSE: rinviato voto decandenza Galan. M5S diserta per "rispetto regole"

"Ancora una volta i 5 Stelle predicano bene e razzolano male. Mentre a parole dichiaravano la volontà di accelerare sulla decadenza da deputato dell'onorevole Giancarlo Galan, come richiesto dal PD, nei fatti disertano la 'Giunta delle elezioni' " denuncia Enzo Lattuca. I pentastellati replicano: "Il Partito Democratico ignora che dal voto finale della giunta servono venti giorni prima di calendarizzare la decadenza".

"Ancora una volta i 5 Stelle predicano bene e razzolano male. Mentre a parole dichiaravano la volontà di accelerare sulla decadenza da deputato dell'onorevole Giancarlo Galan, come richiesto dal PD, nei fatti disertano la 'Giunta delle elezioni' che doveva esprimersi proprio su questo tema. I ritardi della 'Giunta delle elezioni' sono responsabilità in primis del presidente, esponente dei 5 Stelle, che ha tenuto impegnata la Giunta stessa per ben due anni in un inutile accertamento della validità dell'elezione del 2013. Inutile perchè la Corte Costituzionale aveva già ritenuto legittimo il risultato elettorale. Si tratta quindi dell'ennesima giravolta del MoVimento 5 Stelle, che dichiarano una cosa e poi fanno l'esatto contrario" afferma in una nota Enzo Lattuca, esponente dem.
Giancarlo Galan, implicato nello scandalo suegli appalti per il Mose di Venezia, ha patteggiato nel 2014 una pena di 2 anni e 10 mesi.
"La seduta pubblica è fissata per il 7 aprile, rispettando tutte le leggi e i regolamenti" replicano i deputati M5S, ricordando: "Il Partito Democratico ignora che dal voto finale della giunta servono venti giorni prima di calendarizzare la decadenza. Le regole per noi, come sempre, contano più delle opinioni. Per il M5S le regole vanno rispettate sia quando impongono la decadenza di Galan, sia quando prevedono venti giorni di tempo fra il voto e la decadenza. Il PD sbraita senza alcuna ragione". "La maggioranza - evidenzia infine il pentastellato Davide Crippa - piuttosto rifletta sull'enorme responsabilità politica di aver tenuto presidente della commissione Cultura della Camera proprio Galan nonostante la condanna per troppo tempo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: