le notizie che fanno testo, dal 2010

Camera autorizza arresto di Galan. Berlusconi: impedita autodifesa in Aula

la Camera, con votazione segreta, ha approvato con 395 sì e 138 no l'autorizzazione all'esecuzione della misura cautelare della custodia in carcere per il deputato Giancarlo Galan, indagato per lo scandalo Mose. Silvio berlusconi commenta: "Trovo ingiusto che, non accettando il rinvio del voto proposto da Forza Italia, sia stato impedito a Galan di essere presente in Aula per potersi difendere dalle accuse".

Ieri la Camera, con votazione segreta, ha approvato con 395 sì e 138 no, la relazione della Giunta per le autorizzazioni che, non avendo rinvenuto alcun intento persecutorio, ha deliberato, a maggioranza, di proporre all'Assemblea di concedere l'autorizzazione all'esecuzione della misura cautelare della custodia in carcere per il deputato Giancarlo Galan, indagato per lo scandalo Mose. Oltre a diversi esponenti di Forza Italia, anche Silvio Berlusconi in una nota si è detto "profondamente addolorato per il voto parlamentare che ha dato il via libera all’arresto di Galan". Berlusconi ha quindi aggiunto: "Trovo particolarmente ingiusto che, non accettando il rinvio del voto proposto da Forza Italia, sia stato impedito a Galan di essere presente in Aula per potersi difendere dalle accuse che gli sono state rivolte. - concludendo - Sono vicino a Giancarlo, della cui correttezza dopo trent’anni di collaborazione e amicizia sono assolutamente certo, in questo momento così drammatico e difficile". Il capogruppo di FI, Renato Brunetta, aveva infatti chiesto di rimandare, per la terza volta, la votazione sull'arresto di Galan per permettere al parlamentare azzurro di "essere presente alla discussione sulla autorizzazione sulla sua custodia in carcere", viste le sua condizioni di salute. La Guardia di Finanza ha quindi notificato all'ex governatore l'ordinanza di custodia in carcere. Una volta dimesso dall'ospedale di Este, Giancarlo Galan è uscito dalla sua villa accompagnato da un'ambulanza, un'auto della polizia penitenziaria e diversi mezzi di forze dell'ordine in borghese, diretto verso il carcere milanese di Opera, dove ha passato la notte in una cella singola della struttura infermieristica. I legali di Galan sono pronti per chiedere i domiciliari.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: