le notizie che fanno testo, dal 2010

Morgan e Asia Argento: botta e risposta su Weinstein e capacità genitoriali

Botta e risposta social tra Morgan e Asia Argento, che dalla loro passata unione è nata una figlia. Il cantante punta il dito contro l'attrice riguardo il caso Weinstein e Asia Argento condanna le capacità genitoriali di Morgan.

"Ma perché Asia e altre persone hanno denunciato le molestie solo adesso? Perché non l'hanno fatto prima, quando Harvey Weinstein era uno degli uomini più potenti del mondo? Improvvisamente ha passato dei guai e ora tutti gli si sono piombati addosso come avvoltoi. Adesso mi viene quasi da provare pietà per lui" afferma Marco Castoldi, in arte Morgan, commentando il caso che ha travolto il produttore hollywoodiano accusato di stupro anche da Asia Agento.

In una intervista a Il Mattino, Morgan quindi aggiunge: "Certo che me ne aveva parlato, Weinstein era suo amico - ma - trovo esagerato parlare di violenza". Morgan infatti specifica: "Le persone che vengono violentate hanno dei problemi seri con se stesse. Le persone che subiscono violenze non ottengono guadagni da questo, come un posto di lavoro, hanno solo da perdere".
Infine Morgan, che ha avuto una figlia con Asia Argento, conclude: "Vorrei mantenere una certa eleganza, ma dico che non la denuncerò al tribunale dei minori dicendo che le porterò via la figlia perché una madre del genere non è tanto un buon modello".
Ovviamente, non è mancata la pronta replica dell'attrice che su Twitter chiarisce: "Marco Castoldi, padre di mia figlia, non paga il suo mantenimento dal 2010. Gli pignoreranno la casa. Non mi sembra una fonte attendibile. - e ancora - Non solo non paga gli alimenti alla figlia: la vede al massimo due volte l'anno. È un pessimo padre e un uomo alla deriva".

"In effetti non sono attendibile in merito a questa vicenda ne sono sempre stato fuori e continuerò ad esserlo. Le dichiarazione di quel giornalista sono alterate io non ho dato giudizi sulla tua condotta e mi dispiace che tu non riesca a smettere di 'sputtanare' fatti privati e questioni che sono complicate e dolorose ma che spesso, se trattate con intelligenza e intima riservatezza sono gestibili e anche risolvibili. - scrive quindi Morga in risposta ad Asia Argento - Essere personaggi dello spettacolo o persone note non vuol dire né essere autorizzati a fare i propri bisogni per strada e non vuol dire nemmeno che il pubblico è necessariamente morbosamente interessato ai fatti privati. Anzi. La gente apprezza le canzoni, i film, i libri e tutto quello che un artista produce e mette sul mercato pubblico, e questo è il motivo per cui alcuni sono 'famosi' e altri no".

"A questo punto è Valentino Di Giacomo, autore dell'articolo, a dover puntalizzare rivolgendosi a Morgan: "Le dichiarazioni sono tue e non di 'quel giornalista'. Ti prego, ti apprezzo troppo come artista e sei una persona interessantissima. Caro Marco non costringermi a pubblicare audio o video che comprovano tutto. Che la trovo una forma di giornalismo pietosa. - e sottolinea - Restano questioni private finché non le spiattellano in pubblico. Io non ho messo una pistola alla tempia a Morgan nè ho invitato Asia a parlare di alimenti della figlia o altro. Fanno tutto loro. Ma la colpa è dei 'giornalisti cattivoni'".

© riproduzione riservata | online: | update: 14/11/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Morgan e Asia Argento: botta e risposta su Weinstein e capacità genitoriali
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI