le notizie che fanno testo, dal 2010

MPS: 8mila esuberi, 550 filiali chiuse e 2,5 miliardi per rimborsare Monti bond

Il salvataggio di Monte Paschi di Siena passerà attraverso un aumento di capitale pari a 2,5 miliardi di euro, per rimborsare entro il 2014 ben 3 dei 4,1 miliardi di euro che arrivarono attraverso i Monti bond, ma non solo. In totale, in MPS ci saranno entro il 2017 circa 8mila esuberi e 550 filiali chiuse, oltre ad un calo in Btp del valore di 6 miliardi.

Il Cda ha dato il via libera al piano per il salvataggio di Monte Paschi di Siena, che passa per un aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro ma non solo. L'aumento di capitale servirà per rimborsare entro il 2014 ben 3 dei 4,1 miliardi di euro che arrivarono a MPS attraverso i Monti bond. A dettare la linea, la Commissione europea sugli aiuti di Stato, che sulla questione si esprimerà entro il 14 novembre. Inoltre, in MPS ci saranno 8mila esuberi entro il 2017, compresi i 2.700 già usciti a cominciare dal 2011. Entro il 2013 era già stato prevista la chiusura di 400 filiali MPS. A queste, stando al nuovo piano di ristrutturazione di MPS approvato lunedì 7 ottobre dal consiglio di amministrazione presieduto da Alessandro Profumo, si aggiungeranno altre 150 filiali (per un totale di 550) che chiuderanno i battenti sempre entro il 2017. Previsto, infine, entro il 2017 un calo dell'esposizione in titoli di Stato (Btp) di 6 miliardi sugli attuali 23 miliardi. Il sì definitivo al piano di ristrutturazione arriverà comunque dall'assemblea degli azionisti MPS.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: