le notizie che fanno testo, dal 2010

Ucraina, Poroshenko: boicottare i Mondiali 2018 in Russia

Il presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko, ha esortato gli alleati a prendere in considerazione il boicottaggio della Coppa del Mondo 2018 che si giocherà Russia. In merito al boicottaggio dei Mondiali di calcio del 2018, Angela Merkel prende tempo spiegando solamente: "Per il momento, sto pensando agli Europei del 2016".

Il presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko, ha esortato gli alleati del suo paese a prendere in considerazione il boicottaggio della Coppa del Mondo 2018 che si giocherà Russia, se Mosca non ritirerà tutte le sue truppe dal territorio ucraino. Nel corso di una intervista al quotidiano tedesco Bild, Poroshenko ha precisato che preferirebbe tenere separata la politica dallo sport, chiarendo però che ciò attualmente non è possibile visto che per esempio il club ucraino Shakhtar Donetsk è costretto a fare 1.200 chilometri per giocare a Leopoli poiché la regione di Donetsk è occupata da separatisti filorussi. Poroshenko quindi sostiene che "si dovrebbe aprire una discussione per boicottare i Mondiali 2018", aggiungendo: "Finché ci saranno le truppe russe in Ucraina credo una Coppa del Mondo in Russia sia impensabile". Inoltre, il presidente dell'Ucraina spiega di voler chiedere alla cancelliera tedesca, Angela Merkel, di applicare ulteriori e più severe sanzioni nei confronti della Russia, affermando che i separatisti avrebbero portato avanti ripetute violazioni al cessate il fuoco concordato a Minsk. Infine, Poroshenko annuncia che è intenzionato a chiedere alla Germania aiuti militari non letali, come giubbotti antiproiettile ma anche "radar, droni, radio e attrezzature per la visione notturna". In merito al boicottaggio dei Mondiali di calcio del 2018, Angela Merkel prende tempo spiegando solamente: "Per il momento, sto pensando agli Europei del 2016", che si giocheranno in Francia. Angela Merkel interviene anche sulla questione delle sanzioni, chiarendo: "L'UE è pronta ad applicare nuove sanzioni se sarà assolutamente necessario, ma attualmente ciò non è in agenda".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: