le notizie che fanno testo, dal 2010

Italia battuta dal Costa Rica. Serve almeno un punto con Uruguay

Il risultato di Italia Costa Rica (0 a 1) in questo secondo match dei Mondiali 2014 del Brasile costringe gli azzurri a dover conquistare almeno un punto martedì 24 giugno con l'Uruguay, altrimenti la nazionale dovrà abbandonare la competizione. Non può nulla neanche Antonio Cassano, all'esordio in questa Coppa del Mondo 2014.

Con un gol di Ruiz la Costa Rica batte 1-0 l’Italia, e guadagna la seconda qualificazione della sua storia agli ottavi di finale. Il risultato di Italia Costa Rica in questo secondo match dei Mondiali 2014 del Brasile costringe quindi gli azzurri a dover conquistare almeno un punto martedì 24 giugno con l’Uruguay. In caso contrario, la nazionale italiana dovrà tornare a casa. Gli azzurri dovranno quindi ora fare i conti con la Celeste di Suarez e Cavani per continuare il suo cammino in questi Mondiali 2014 del Brasile. Come riassume la Figc in una nota, l’Italia può recriminare per aver fallito il gol del possibile vantaggio con Mario Balotelli ma, incassata la rete di Ruiz nel finale di primo tempo, non è riuscita dopo un buon avvio di ripresa ad avere la meglio su una Costa Rica che ha confermato quanto di buono mostrato con l’Uruguay. Scesa in campo con alcune novità rispetto all’undici opposto all’Inghilterra, con l’annunciato esordio di Gigi Buffon nel Mondiale e Andrea Barzagli affiancato a Giorgio Chiellini al centro della difesa, l’Italia aspetta il Costa Rica per cercare di far male in contropiede, sfruttando anche la linea difensiva molto alta dei centroamericani. La temperatura a Recife supera i 30 gradi e, complice l’umidità, le due squadre devono distribuire le energie. Impensabile fare pressione a tutto campo, meglio puntare sul palleggio e affidarsi all’estro di Andrea Pirlo. E così alla mezzora, dopo un tiro dalla distanza di Thiago Motta, è proprio da una splendida palla filtrante di Pirlo che nasce la nostra migliore occasione, con Balotelli che supera Navas con un pallonetto ma calcia a lato. Due minuti più tardi è ancora Balotelli a impegnare alla respinta il portiere del Levante. Il Costa Rica però risponde colpo su colpo e al 36’ tocca a Buffon disinnescare un bel tiro dalla distanza di Bolanos. Un intervento di Chiellini su Campbell scatena le proteste dei centroamericani, che chiedono il rigore. Il cileno Osses lascia giocare, ma al 45’ arriva comunque il gol del vantaggio di Ruiz, con un colpo di testa su un cross dalla sinistra di Diaz che sbatte sulla traversa e supera la linea di porta. E’ la rete che lancia la Costa Rica verso la qualificazione agli ottavi e costringe l’Italia a quei cambiamenti in corsa annunciati da Prandelli. Arriva il momento dell’esordio di Antonio Cassano, che sostituisce Thiago Motta per dare maggiore supporto in avanti a Balotelli. L’Italia conquista campo, alza la linea difensiva e aumenta il possesso palla. Darmian dalla distanza e Pirlo su punizione trovano pronto alla risposta Navas. Sono gli azzurri a fare la partita, ma il Costa Rica difende con ordine e dimostra che il successo con l’Uruguay non è stato casuale. Gli ingressi di Insigne per Candreva e di Cerci per Marchisio non danno i frutti sperati, finiamo spesso in fuorigioco senza più riuscire ad impegnare Navas. Martedì con l’Uruguay serve almeno un pareggio per volare agli ottavi di finale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: