le notizie che fanno testo, dal 2010

Italia Costa Rica, Fifa restia a time out. Si allena Andrea Barzagli

Sale la temperatura (letteralmente) in vista della seconda partita degli azzurri a questi Mondiali 2014 in Brasile. Il match Italia Costa Rica è in programma venerdì 20 giugno alle 18:00 (ora italiana), e all'Arena Pernambuco di Recife si è allenato anche Andrea Barzagli. Gli azzurri chiedono con insistenza il time out, ma la Fifa sembra restia nel concedere i 3 minuti per tempo di pausa. Per Cesare Prandelli i time out andrebbero "fatti sempre e comunque".

Sale la temperatura (letteralmente) in vista della seconda partita degli azzurri a questi Mondiali 2014 in Brasile. Il match Italia Costa Rica è in programma venerdì 20 giugno alle 18:00 (ora italiana), ed oggi per gli azzurri c'è stato un allenamento di rifinitura all’Arena Pernambuco di Recife, con i giocatori della nazionale che hanno preso confidenza con il terreno di gioco dello stadio. Dopo una prima fase di riscaldamento e qualche giro di campo di corsa, gli azzurri hanno quindi svolto alcune esercitazioni atletiche per poi dare vita ad un torello in mezzo al campo. Ha lavorato con i compagni anche Andrea Barzagli, che aveva saltato l’allenamento di ieri. In seguito, alcuni giocatori guidati da Giorgio Chiellini si sono intrattenuti col delegato medico della Fifa, che domani dovrà decidere se adottare o meno le due pause da 3 minuti sulla base delle condizioni climatiche. Gli azzurri sarebbero stati espliciti con il medico della Fifa: "Dateci i time out, perchè in queste condizioni è difficile giocare". L'orientamento della Fifa, però, sarebbe quello di non concedere il time out. Nel corso della conferenza stampa post allenamento, il ct Cesare Prandelli conferma: "Sembrerebbe che tutto rimanga normale, ma il clima non è normale, in 10 minuti può cambiare. - aggiungendo - Secondo me andrebbero fatti sempre e comunque". Prandelli precisa: "Oggi abbiamo fatto una simulazione: alle 13.25 c'erano 29 gradi e 57% di umidità, dopo 20 minuti i gradi erano quasi 40 e l'umidità più di 70". Ma tale simulazione, si domanderà certamente qualcuno, non poteva essere fatta prima di assegnare i Mondiali 2014 al Brasile, visto che le condizioni di gioco sono così "allucinanti" come lamentato dagli azzurri?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: