le notizie che fanno testo, dal 2010

Castellacci: Buffon non abbandona i Mondiali. De Sciglio ancora in forse

Il professor Enrico Castellacci, responsabile medico della Nazionale, aggiorna sulle condizioni di salute degli azzurri, soprattutto degli infortunati Gigi Buffon e Mattia De Sciglio, che hanno dovuto rinunciare al match d'esordio di questi Mondiali 2014 del Brasile. Il medico assicura che Buffon non dovrà abbandonare il Mondiale mentre non può ancora fornire notizie nette sulla prognosi di De Sciglio.

Il professor Enrico Castellacci, responsabile medico della Nazionale, aggiorna sulle condizioni di salute degli azzurri, dopo la vittoria contro l'Inghilterra all'esordio dei Mondiali 2014 in Brasile. In primis, Castellacci informa in merito alle condizioni di Gigi Buffon e Mattia De Sciglio, entrambi costretti ai box contro gli inglesi per infortunio. "Buffon e De Sciglio rappresentano le uniche criticità in un contesto che per il resto va bene. - spiega Castellacci - Buffon ha accusato un trauma un pò particolare, una distorsione alla caviglia sinistra con interessamento del ginocchio. Fortunatamente il ginocchio non presenta lesioni, ma Gigi lamenta una sofferenza del tendine tibiale anteriore. Ieri non era in grado di giocare, è sotto terapia e oggi (15 giugno, ndr) faremo altre valutazioni, se sarà necessario effettueremo ulteriori indagini strumentali. Cercheremo di recuperarlo al più presto, anche se la salute del ragazzo ha la precedenza". Poi il professor Castellacci analizza lo stato psicologico di Gigi Buffon: "Subito dopo l'infortunio di venerdì sera, ha temuto di dover abbandonare il Mondiale, con il passare delle ore gli è tornato il sorriso sapendo che così non sarà". Anche De Sciglio "è molto più sereno" assicura Castellacci, ma non azzarda prevesioni sul rientro in campo del difensore: "Non posso però fornire notizie nette sulla prognosi, per ora Mattia si limita alle cure mediche". Infine, il medico degli azzurri sottolinea come sia stato "assurdo non ricorrere al time out" durante la partita Inghilterra Italia, ricordando: "La Fifa fissa a 32 gradi la temperatura limite, mentre a Manaus il termometro segnava 27 gradi. Il problema però riguardava l'umidità. Non so quanti chili abbiano perso i giocatori, ma a Recife e Natal la situazione sarà ancora più preoccupante, visto che si giocherà alle ore 13:00".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: