le notizie che fanno testo, dal 2010

Vertenza Alitalia Maintenance Systems, M5S: motori siano riparati a Fiumicino e non in un paese arabo

"Mentre Renzi spende i nostri soldi (800.000 euro a settimana) per il suo nuovo giocattolo, un 'aereo blu' per assomigliare ad Obama, 250 lavoratori di Alitalia Maintenance Systems (AMS) rischiano il posto di lavoro" ricorda su Facebook Alessandro Di Battista, esponente del MoVimento 5 Stelle.

"Mentre Renzi spende i nostri soldi (800.000 euro a settimana) per il suo nuovo giocattolo, un 'aereo blu' per assomigliare ad Obama, 250 lavoratori di Alitalia Maintenance Systems (AMS) rischiano il posto di lavoro" ricorda su Facebook Alessandro Di Battista, esponente del MoVimento 5 Stelle. Il pentastellato ricorda che questi "sono lavoratori qualificati. Riparano i motori degli aerei e se negli ultimi 40 anni chi ha volato Alitalia ha volato sicuro è proprio grazie a loro! - denunciando - Ma Alitalia è stata spolpata e poi svenduta ai privati (dopo aver creato una bad company i cui debiti li abbiamo pagati noi cittadini e non quei manager nella migliore delle ipotesi incapaci e nella peggiore corrotti). Questi privati oggi spingono affinché i motori di Alitalia vengano riparati altrove, non più in Italia!". Di Battista assicura quindi: "Il M5S è al fianco dei lavoratori di AMS e con loro chiede che il governo faccia il Governo. Tuteli l'interesse e la sicurezza nazionale. Spinga affinché i motori Alitalia vengano riparati a Fiumicino e non in un paese arabo. - e sottolinea - Poco a poco stanno smantellando il nostro tessuto industriale. Il problema dei trasporti (oggi hanno arrestato per tangenti il Presidente della Rete Ferroviaria Italiana) non è il 'pubblico' ma chi ci ha mangiato sopra". Il deputato del M5S domanda infine: "Perché 250 famiglie devono pagare lo schifo che politica e grandi industriali hanno fatto su Alitalia?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: