le notizie che fanno testo, dal 2010

Sondaggi elettorali 2013 MoVimento 5 Stelle: Grillo? Per 40% pericolo per democrazia

Gli ultimi sondaggi elettorali 2013 stilati da SWG per Agorà (Rai 3) vedono il MoVimento 5 Stelle in calo del 2%, diventando il terzo partito, anche perché il 40% considera Beppe Grillo un pericolo per la democrazia. Primo partito il PDL di Berlusconi, che ad oggi vincerebbe le elezioni. Matteo Renzi permettendo.

La linea politica del MoVimento 5 Stelle, che di fatto ha scelto di stare all'opposizione invece di entrare a far parte del governo, come offerto dal PD, non sembra pagare. Gli ultimi sondaggi elettorali, stilati da SWG per Agorà, vedono infatti il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo in calo di oltre 2 punti percentuali (2,1%), passando da primo a terzo partito in Italia. Il primo partito alle prossime elezioni (che se non si sblocca la situazione governativa potrebbero essere entro il 2013) per i sondaggi SWG è infatti il PDL di Silvio Berlusconi, che sale di ben 2 punti in una settimana con il 26,2%. Al secondo posto si posiziona il PD di Pier Luigi Bersani con il 26% mentre il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo si ferma al 24,8%. Se ci fossero oggi le elezioni, ed i sondaggi politico elettorali di SWG fossero esatti, a guidare l'Italia sarebbe quindi il centrodestra di Silvio Berlusconi con il 32,5%, seguito dal centrosinistra di Bersani con il 29,6%. A far perdere consensi al MoVimento 5 Stelle la sua totale chiusura, che viene giudicata dal 60% degli intervistati poco costruttiva e di conseguenza poco affidabile. Ma l'ascesa di Berlusconi potrebbe essere frenata se in campo scendesse, alla guida del centrosinistra, Matteo Renzi. Il sindaco di Firenze piace infatti sia tra gli elettori del centrodestra che tra quelli del MoVimento 5 Stelle. Stando sempre ai sondaggi SWG per Agorà, ben il 66% degli italiani vorrebbe Matteo Renzi leader della coalizione di centrosinistra, mentre solo il 10% confermerebbe Pier Luigi Bersani. Se infatti Matteo Renzi ha il 55% della fiducia degli italiani, Beppe Grillo cala invece di 7 punti percentuali perché il 40% degli intervistati lo ritiene un pericolo per la democrazia. In questo quadro politico, per i sondaggi SWG ben il 50% degli intervistati vorrebbe tornare subito al voto mentre solo il 35% vorrebbe un governissimo PD-PDL. Sempre il 35% vorrebbe una riconferma al Quirinale di Giorgio Napolitano.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: