le notizie che fanno testo, dal 2010

Roberta Lombardi: M5S è prima forza politica alla Camera. No, è la terza

Il MoVimento 5 Stelle non fa alleanze con il PD ma li incontra per decidere la spartizione delle cariche parlamentari perché, dice, Roberta Lombardi, il MoVimento 5 Stelle "è la prima forza politica alla Camera". In realtà, è la terza.

Dopo l'incontro con una delegazione del PD "per avviare i lavori della macchina parlamentare" come li chiama il capogruppo M5S alla Camera Roberta Lombardi, il Movimento 5 Stelle pubblica un video sulla web radio-tv La Cosa di Beppe Grillo per spiegare quanto discusso. "Abbiamo fatto presente al PD che eravamo in fase di ascolto. - spiega subito Roberta Lombardi - Abbiamo parlato della prima scadenza che abbiamo di venerdì prossimo, cioè l'elezione dei Presidenti di Camera e Senato, a cui seguiranno nei giorni successivi le elezioni dei vari membri degli uffici di presidenza di Camera e Senato, quindi vice presidenti, questori e segretari, ed il principio che abbiamo voluto sottolineare è quello di trovare persone all'altezza dell'importanza e della dignità che questi ruoli istituzionali comportano, e che la nostra proposta sarà ovviamente all'altezza di questi ruoli". Roberta Lombardi continua, davanti alle telecamere de La Cosa di Beppe Grillo, precisando che nei criteri di scelta dei candidati, il MoVimento 5 Stelle si atterrà "alla maggior competenza e alto profilo tra le persone che formano i nostri gruppi parlamentari", aggiungendo: "Quello che abbiamo voluto evidenziare è che ci aspettiamo ovviamente che all'interno della ricerca di queste figure istituzionali si tenga conto di quello che è stato il ruolo che i nostri concittadini hanno assegnato alle varie forze politiche". Il MoVimento 5 Stelle, nella sua grande correttezza, ha quindi ricordato al PD che deve tener conto, nell'assegnazione delle cariche istituzionali, anche dei nomi dei candidati del PDL? In realtà no, visto che Roberta Lombardi rivela che la delegazione 5 Stelle ha invece fatto presente al Partito Democratico che il MoVimento 5 Stelle "specificatamente alla Camera siamo la prima forza politica - aggiungendo - al Senato pure siamo ben messi, e quindi ci aspettiamo che le altre forze politiche rispettino la volontà espressa dai nostri concittadini nel momento in cui si sono espressi durante il voto".

Roberta Lombardi in realtà sembra fare un po' di confusione. Il M5S, alla Camera (come anche al Senato), è la terza forza politica, superata dalla coalizione di centrosinistra che ha battuto la coalizione di centrodestra di soli 0,37 punti percentuali. Il MoVimento 5 Stelle è invece il primo partito alla Camera, con uno stacco di deputati (e senatori) dal centrosinistra e dal centrodestra non indifferente. Ed infatti, anche Giorgio Napolitano, nel suo richiamo, ricorda che è "comprensibile la preoccupazione dello schieramento che è risultato secondo, a breve distanza dal primo, nelle elezioni del 24 febbraio, di veder garantito che il suo leader possa partecipare adeguatamente alla complessa fase politico-istituzionale". Napolitano si riferiva al centrodestra e al suo leader Silvio Berlusconi. Infine, al termine del video Roberta Lombardi chiarisce che il MoVimento 5 Stelle "non fa alleanze", nonostante non sembri disdegnare gli incontri chiamati dal PD per la ripartizione delle cariche. Senza alleanze, quindi, è probabile che si tornerà presto ad elezioni, appena terminato il semestre bianco, ma "l'andare tutti a casa" sembra cominciare a dispiacere ai 5 Stelle (forse anche perché questa breve legislatura farà saltare loro uno dei due mandati che possono portare a compimento, visto che tale regola non potrà valere solo per Giovanni Favia ). E così, il capogruppo M5S al Senato Vito Crimi ieri sera lancia "una sfida al PDmenoelle e al PDL" invitando i due schieramenti: "Non subordiniamo la attività parlamentare alla fiducia al governo, al più è il contrario in quanto l'inizio dell'attività governativa dipende dal parlamento...". D'altronde, Vito Crimi aveva già lasciato intendere che, a suo giudizio, "il governo è un fatto parallelo". In realtà, il governo è un fatto di fiducia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: