le notizie che fanno testo, dal 2010

Referendum costituzionale: sondaggi bocciano Renzi e Mattarella interviene, dice M5S

"Nessuno sta facendo pressione per accelerare l'iter per l'indizione del referendum popolare, al punto che anche Sergio Mattarella è stato costretto ad intervenire", spiega in un comunicato il MoVimento 5 Stelle.

"Dal comportamento di governo e maggioranza - viene riferito in un comunicato del MoVimento 5 Stelle -, ancora una volta, si riesce a capire che aria tira nei segretissimi sondaggi sul referendum che hanno in mano: è in arrivo una bella batosta a favore del NO. Nessuno, infatti, sta facendo pressione per accelerare l'iter per l'indizione del referendum popolare, al punto che anche Sergio Mattarella è stato costretto ad intervenire."
"Non solo: siamo costretti ad assistere di nuovo ad uno di quei penosi balletti sui rinvii. Prima si diceva che il referendum si sarebbe svolto nei primi giorni di ottobre - continuano quindi dal M5S -, poi a novembre ed ora in Parlamento si comincia a parlare di rinviarlo addirittura in primavera. La speranza è che il tempo sia dottore e che i sondaggi, in virtù di non si sa quale intervento divino, volgano miracolosamente a favore del governo da qui a marzo. Pia illusione. Forse dovrebbero capire che più cercano di piegare le leggi a loro comodo e peggio è."
"L'articolo 138 della Costituzione (ricordate? proprio quello che il M5S riuscì a salvare manifestando sui tetti e facendo ostruzionismo, tra l'ipocrita indignazione generale) disciplina i procedimenti di revisione costituzionale, e prevede l'intervento dei cittadini, tramite il referendum, nel caso in cui la legge costituzionale non sia stata approvata, nella seconda votazione da ciascuna delle Camere, a maggioranza dei due terzi dei suoi componenti" proseguono i pentastellati.
I grillini sottolineano in conclusione: "Proprio il caso del ddl Boschi. Quindi, a norma di Costituzione, le calende greche non sono proprio previste, il referendum s'avrà da fare, e volenti o nolenti dovranno sottoporre il loro operato al vaglio dei cittadini. Comprendiamo il loro disagio: da tempo non ci sono più abituati."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: