le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S presenta impeachment, ma nel 2012 fu Paolo Barnard a denunciare Napolitano

Oggi il MoVimento 5 Stelle presenta l'impeachment contro Giorgio Napolitano. Molti però probabilmente si staranno chiedendo dove erano i M5S quando, e senza immunità parlamentare, fu Paola Musu e Paolo Barnard a presentare nel 2012 un esposto contro Giorgio Napolitano, ma anche Mario Monti e Mario Draghi.

Oggi il MoVimento 5 Stelle annuncia di aver presentato la denuncia per la messa in stato di accusa (il cosiddetto impeachment) del Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano. Napolitano è accusato dal M5S di attentato contro la Costituzione per: 1) Espropriazione della funzione legislativa del Parlamento e abuso della decretazione d'urgenza; 2) Riforma della Costituzione e del sistema elettorale; 3) Mancato esercizio del potere di rinvio presidenziale; 4) Seconda elezione del Presidente della Repubblica; 5) Improprio esercizio del potere di grazia; 6) Rapporto con la magistratura: Processo Stato - mafia. Molti però a questo punto si staranno probabilmente domandando dove erano i grillini quando nell'aprile del 2012 fu Paolo Barnard a denunciare Giorgio Napolitano, ma anche Mario Monti e Mario Draghi. A presentare denuncia insieme a Barnard furono infatti meno di 200 persone (coraggiose), e probabilmente non sono gli stessi deputati e senatori che oggi godono della immunità parlamentare. Paolo Barnard seguì l'atto dell'avvocato Paola Musu del Foro di Cagliari, che presentò per prima un esposto contro Giorgio Napolitano, Mario Monti, i ministri del governo e i membri del Parlamento per: - Attentato contro l'integrità, l'indipendenza o l'unità dello Stato (241 c.p.); - Associazioni sovversive (270 c.p.); - Attentato contro la Costituzione dello Stato (283 c.p.); - Usurpazione di potere politico (287 c.p.); - Attentato contro gli organi costituzionali (289 c.p.); - Attentato contro i diritti politici del cittadino (294 c.p.); - Cospirazione politica mediante accordo (304 c.p.); - Cospirazione politica mediante associazione (305 c.p.). Il giornalista Paolo Barnard, però, integrò "le parti mancanti" dell'esposto dell'avvocato Musu con quelle derivanti dal suo lungo e dettagliato studio su "Il più grande crimine", come dal titolo del saggio che descrive, come da suo incipit, "cos'è accaduto veramente alla democrazia e alla ricchezza comune. E a vantaggio di chi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: