le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S denuncia Renzi: scheda elettorale nuovo Senato è abuso credulità popolare

Il MoVimento 5 Stelle annuncia che "denuncerà penalmente Matteo Renzi per il reato di abuso della credulità popolare in merito alla falsa scheda elettorale del Senato che ha mostrato pubblicamente".

Il MoVimento 5 Stelle annuncia che "denuncerà penalmente Matteo Renzi per il reato di abuso della credulità popolare in merito alla falsa scheda elettorale del Senato che ha mostrato pubblicamente", conferma sul suo blog Beppe Grillo.

In un post Beppe Grillo chiarisce infatti che la scheda elettorale per il Senato diffusa da Renzi, per convincere gli italiani che saranno loro a scegliere i senatori e quindi a votare Si al referendum del 4 dicembre, in realtà è un falso.

La riforma costituzionale voluta dal governo Renzi, infatti, prevede che i senatori siano votati dai Consigli regionali, non dai cittadini. E sulla scheda elettorale mostrata dal premier "non c'è neppure scritto 'facsimile'" e questo "proprio perché non esiste un documento originale, ma viene spacciata come vera", prosegue il leader del M5S.

Beppe Grillo quindi domanda: "Se non esiste nessuna legge elettorale per i senatori e la sua riforma dice che saranno votati dai consigli regionali, come può esistere una scheda per il Senato? Da quando il Pd fa le schede elettorali per i cittadini di tutta Italia?".

"Renzi ha portato la bugia a un altro livello, l'ha istituzionalizzata. - denuncia - Non è più possibile distinguere il falso dal vero quando il Presidente del Consiglio dei ministri stampa e mostra a tutti un documento senza alcuna validità spacciandolo come ufficiale. Nessuno si è mai spinto, così avanti fino a falsificare la scheda elettorale".

© riproduzione riservata | online: | update: 01/12/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
M5S denuncia Renzi: scheda elettorale nuovo Senato è abuso credulità popolare
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI