le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S: Europa firmerà la resa incondizionata alla Turchia?

"Quella stessa UE che ai suoi appartenti è solita inviare lettere minatorie, contenenti liste di riforme strangolatrici da implementare pena la distruzione delle economie ad opera del mobbing finanziario, ha ricevuto a sua volta una bella lista di richieste a cui ottemperare prontamente se non vuole essere travolta da una nuova 'spintanea' invasione di migranti", riporta in una nota il M5S.

"Chi di letterine ferisce, di letterine perisce. Quella stessa UE che ai suoi appartenti è solita inviare lettere minatorie, contenenti liste di riforme strangolatrici da implementare - senza se e senza ma - pena la distruzione delle economie ad opera del mobbing finanziario, ha ricevuto a sua volta una bella lista di richieste a cui ottemperare prontamente se non vuole essere travolta da una nuova 'spintanea' invasione di migranti" diffondono in una nota dal MoVimento 5 Stelle.
"Il mittente è uno Stato extraeuropeo - evidenziano dal M5S -, la Turchia, e la firma del suo spregiudicato Presidente Erdogan. Ora i caporioni europei (da Merkel a Junker ad Hollande) si ritrovano ad assaggiare un po' della stessa medicina che hanno fatto con tanta disinvoltura ingurgitare ai loro 'fratelli' italiani, spagnoli e greci. La lista con le richieste di Erdogan è di quelle che in altri tempi avrebbero scatenato una guerra:
1) Volevo 3 miliardi di euro, ma ora ho cambiato idea: ne voglio 6. (E fatepresto, altrimenti saliamo a 20.)
2) Niente più visto per i cittadini turchi in Europa: entra chi vuole e quando vuole. (Può accadere che diamo il passaporto turco a gente che turca non è, ma tanto come fate a saperlo?)
3) Immediata ripresa delle trattative per l'entrata della Turchia in UE. (D'altronde, abbiamo recentemente dimostrato di essere amanti di libertà e democrazia, nevvero?) Già, libertà e democrazia, parole con cui i governanti europei si riempiono la bocca sempre nei momenti in cui si accingono a calpestarle."
"Come sta peraltro facendo Erdogan a casa sua: importanti giornali dissidenti chiusi a forza di lacrimogeni - informano quindi i pentastellati -, bombardamenti e torture nei territori curdi, misteriosi corridoi tra Turchia e Siria in cui passano rifornimenti e rinforzi per l'Isis, abbattimento di aerei altrui (Russia ), invasione di spazio aereo altrui (Grecia ). Per neanche un centesimo di tutto ciò, la Russia si è beccata le sanzioni: alla Turchia, invece, tappeti rossi."
I grillini segnalano in ultimo: "L'Europa, che politicamente pare non aver fatto alcun passo avanti da quelle infinite disquisizioni sul sesso degli angeli che precedettero la Seconda Guerra Mondiale, e che nel 1939 ancora stava a chiedersi se morire per Danzica, sembra pronta a firmare un altro trattato di resa a un prepotente che la minaccia, e che sarà coperto dei miliardi che sono stati negati ad una Grecia morente. Un'Unione forte coi deboli e debole coi forti, insomma: in tempi più cavallereschi, si sarebbe chiamata vigliaccheria."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: