le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S: Camera sospende i 12 deputati grillini saliti sul tetto di Montecitorio

L'Ufficio di Presidenza della Camera ha sospeso per 5 giorni dai lavori parlamentari i 12 deputati del MoVimento 5 Stelle saliti sul tetto di Montecitorio per protestare contro la modifica del suo articolo 138 della Costituzione, quello che appunto stabilisce le regole per modificare la Carta. Immediata la reazione dei deputati grillini: "Puoi frodare il fisco, essere indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, essere un pregiudicato a vario titolo, essere un ex piduista e stare comodamente seduto in Parlamento ma, per favore: non salire sul tetto!".

Sono stati sospesi per 5 giorni dai lavori parlamentari i 12 deputati M5S saliti sul tetto di Montecitorio per protestare contro la modifica del suo articolo 138 della Costituzione, quello che appunto stabilisce le regole per modificare la Carta. La decisione è stata presa dall'Ufficio di Presidenza della Camera, riunitosi nel pomeriggio di ieri e naturalmente non in streaming come chiesto dai pentastellati (che forse dovrebbero ricordarsi le dirette anche quando si incontrano con il loro capo politico Beppe Grillo). Dal voto si sono astenuti i tre deputati M5S e il deputato della Lega Caparini. Inizialmente, la richiesta avanzata dai questori era di 7 giorni, dalla cui istruttoria sarebbe emerso che per la notte di occupazione del tetto di Montecitorio sarebbero stati spesi 3.880 euro. L'ufficio di Presidenza della Camera, inoltre, avrebbe sottolineato anche la gravità di esporre sulla facciata del palazzo di Montecitorio un simbolo di partito, quello appunto del MoVimento 5 Stelle. Sulla pagina Facebook del gruppo parlamentare 5 Stelle di Montecitorio un post commenta la sospensione: "Puoi frodare il fisco, essere indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, essere un pregiudicato a vario titolo, essere un ex piduista e stare comodamente seduto in Parlamento ma, per favore: non salire sul tetto!". Anche il deputato grillino Alessandro Di Battista su Facebook scrive: "5 giorni, ci hanno dato 5 giorni di sospensione per aver occupato il tetto di Montecitorio in difesa della Costituzione. Quando si compiono gesti di disobbedienza civile si devono sempre accettare le conseguenze, quindi accettiamo di buon grado la sospensione. Non possiamo tuttavia ignorare che in questo paese chi difende, anche se con un'azione eclatante e disobbediente l'art.138 viene sanzionato, mentre chi froda il fisco quindi ruba a TUTTI i cittadini italiani siede ancora tranquillo in Senato. Sono finiti!". Inoltre, Di Battista fa notare: "Dato che la Presidente Laura Boldrini parla spesso di 'decoro istituzionale' è indecoroso che la Presidenza abbia informato della sanzione prima i giornalisti dei diretti interessati".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: