le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S: Beppe Grillo a Napolitano? Coi partiti solo con governo 5 Stelle

Roberta Lombardi e Vito Crimi rivelano che Beppe Grillo proporrà a Giorgio Napolitano un governo 5 Stelle, spiegando che "a quel punto saremo noi a chiedere agli altri di darci la fiducia sui nostri punti". In quel caso, infatti, l'alleanza con i partiti sembrerebbe più legittima.

La riunione dei deputati e senatori del MoVimento 5 Stelle in un albergo dell'Eur a Roma è stata a porte chiuse , mentre i due capigruppo alla Camera e al Senato Roberta Lombardi e Vito Crimi si sono poi concessi per alcune (poche) domande ai giornalisti in una conferenza stampa. Conferenza stampa andata in onda in streaming sulla web radio-tv La Cosa di Beppe Grillo, solo che la diretta saltava in continuazione e, come l'altra volta, le domande dei giornalisti non si sentivano (forse, potrebbe pensare qualcuno, per far capire che l'unica voce importante è quella del M5S?). Un paradosso, comunque, visto che per il MoVimento 5 Stelle internet sarebbe sinonimo di "cambiamento" e "rivoluzione", tanto che al punto 16 del programma che presenteranno a Giorgio Napolitano nel giro di consultazioni c'è scritto "Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza". Se quindi è vero il detto che "chi ben comincia è a metà dell'opera", qui sembra che non si sappia nemmeno da dove iniziare. Al centro della conferenza stampa (per quel che si è potuto sentire via internet) c'è stata principalmente la curiosità di comprendere cosa dirà il MoVimento 5 Stelle, anzi Beppe Grillo (magari insieme a Gianroberto Casaleggio), al Capo dello Stato quando chiederà la loro soluzione per uscire da questa impasse governativa. Roberta Lombardi prima di tutto ricorda che "nella identità e nel Programma c'è scritto che il MoVimento 5 Stelle non fa alleanze con i partiti". La Lombardi spiega poi che con i partiti "non c'è mai stato nessun margine di trattativa" anche se poi specifica: "A meno che non facciamo un governo 5 Stelle, e a quel punto saremo noi a chiedere agli altri di darci la fiducia sui nostri punti". Vito Crimi conferma infatti che a Giorgio Napolitano verrà esposta una sola proposta e cioè "un governo 5 Stelle". Sembra di capire, quindi, che il M5S che non si alleerà mai con nessuno non sembra invece disdegnare la fiducia, e quindi l'appoggio, dei "cattivissimi" partiti (che sono già "morti" e non se ne accorgono) nel caso Palazzo Chigi diventi a 5 Stelle. In quel caso, i partiti potrebbero "sopravvivere" ancora un po', magari fino a quando il MoVimento 5 Stelle non otterrà il "100% del Parlamento", come da obiettivo di Beppe Grillo.

Leggi anche: M5S: se Napolitano dà ok a governo 5 Stelle, nome premier è pronto

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: