le notizie che fanno testo, dal 2010

Italicum, sospetto M5S: circoscrizioni dei collegi elettorali già fatte da tempo

Il MoVimento 5 Stelle pubblica le foto dove sono già state state suddivise le circoscrizioni dei collegi elettorali, in base alla legge elettorale Italicum. Il M5S quindi si chiede quindi se davvero l'accordo tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi sulla legge elettorale sia avvenuto sabato scorso al Nazareno, sospettando invece che "Renzi e Berlusconi, il PD e Forza Italia, erano già d'accordo da tempo".

"L'incontro Renzi-Berlusca è stata una messa in scena? Tutto era già stabilito da tempo? E 'le proposte ai 5 Stelle', solo un bluff? Quel che sta succedendo coi collegi elettorali desta più di un sospetto..." scrivono su Facebook i parlamentari del MoVimento 5 Stelle. I deputati pentastellati in Commissione Affari Costituzionali, infatti, denunciano come oggi si siano "visti recapitare fogliacci con su già disegnate le circoscrizioni dei collegi elettorali". Alcune foto di questi "fogliacci" sono state pubblicate su Facebook dalla deputata M5S Federica Dieni, che aggiunge a commento delle immagini: "Collegi elettorali decisi in stanze segrete da 2 condannati e da schiavi senza dignità. Questo solo per garantire le poltrone a loro e ad ai loro amici". Osservando tali documenti, i pentastellati si domandano infatti se davvero l'accordo tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi sulla legge elettorale, ribattezzata dal segretario del PD Italicum, sia avvenuto sabato scorso al Nazareno, aggiungendo: "O quel giorno ne abbiamo visto solo l'ufficializzazione?". Ciò che fa sospettare i deputati del M5S è il fatto che "si possa fare una legge elettorale, con relativi collegi, in quattro giorni", ipotizzando quindi che forse "Renzi e Berlusconi, il PD e Forza Italia, erano già d'accordo da tempo" sulla legge elettorale da portare in Parlamento. Sul sito del MoVimento 5 Stelle, viene quindi riportato il racconto di Giuseppe D'Ambrosio della Commissione Affari Costituzionali, che conferma come oggi "il Presidente Sisto, braccio armato del duetto Renzi-Berlusconi, si presenta in Commissione con le tabelle già realizzate" e sottolineando che queste, ovvimente, "sono la chiave strategica di ogni legge elettorale perché - aggiunge - potete benissimo comprendere che ognuno si divide il territorio come gli conviene per le proprie previsioni di votazioni". D'Ambrosio quindi evidenzia: "Queste tabelle sono sicuramente frutto di un lavoro extra parlamentare. Gli uffici ed i gruppi non possono aver elaborato le stesse perché servono mesi di lavoro. Immagino quindi fossero già pronte da parte del duetto allegro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: