le notizie che fanno testo, dal 2010

Grillo chiede 250mila euro ad Affronte ma anche M5S voleva aderire a Verdi

Dopo il mancato passaggio all'Alde ed il ritorno a Farage, l'eurodeputato Marco Affronte passa ai Verdi. Beppe Grillo gli chiede 250mila euro ma Alessia Morani del PD ricorda che anche il MoVimento 5 Stelle voleva passare ai Versi, se questi li avessero accolti nel gruppo europeo.

"Beppe Grillo batte cassa: vuole 250.000 euro dall'eurodeputato Affronte che aderisce ai Verdi" riflette in un comunicato Alessia Morani, deputata del Partito Democratico. "Ma non era il gruppo a cui voleva aderire anche lui?" ricorda in ultimo la parlamentare del PD.

Dopo il mancato passaggio all'Alde ed il ritorno a Farage, l'eurodeputato Marco Affronte ha infatti lasciato i grillini ed è passato al gruppo dei Verdi. Anche altri due europarlamentari M5S sembravano pronti all'addio: Daniela Aiuto pareva dovesse passare ai Verdi, mentre Marco Zanni era intenzionato a trasferirsi al gruppo Enf, la formazione che riunisce la Lega Nord ed il Front National, salvo poi smentite e rispensamenti.

Sul suo blog Beppe Grillo afferma quindi che il passaggio di Affronte viola il Codice di comportamento per i candidati del MoVimento 5 Stelle alle elezioni europee e per gli eletti al Parlamento europeo, chiedendo all'ex pentastellato 250mila euro di multa. Al Parlamento europeo, così come in quello italiano, il parlamentare però è senza vincolo di mandato, tanto che Affronte sottolinea che "il foglio", come lo definisce, firmato prima di candidarsi "non ha nessun valore legale, ha un valore meno di carta straccia".

Il deputato continuerà a fare parte delle Commissioni Pesca e Ambiente del Parlamento europeo e, in quanto indipendente, manterrà autonomia di voto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: