le notizie che fanno testo, dal 2010

Giarrusso: mozioni sfiducia a ministri senza discussione. Vìola regole M5S

Mentre nel MoVimento 5 Stelle tira aria di scissione, il senatore pentastellato Mario Michele Giarrusso denuncia un "fatto gravissimo", spiegando: "Sono state presentate due mozioni di sfiducia contro i ministri in carica, anche a mio nome, senza che le stesse siano mai state discusse ed approvate in assemblea. E' un atto che viola le regole" era "era già successo una volta".

Mentre nel MoVimento 5 Stelle tira aria di scissione, il senatore pentastellato Mario Michele Giarrusso denuncia un "fatto gravissimo" successo oggi. Su Facebook, infatti, il senatore del M5S rivela: "Sono state presentate due mozioni di sfiducia contro i ministri in carica (Federica Guidi e Giuliano Poletti, ndr), anche a mio nome, senza che le stesse siano mai state discusse ed approvate in assemblea e senza che nessuno dei colleghi, tranne il responsabile, le avesse mai viste. E' un atto che viola le regole che avevamo sottoscritto al momento della candidatura e che prevedevano la condivisione in assemblea delle scelte del gruppo. Purtroppo era già successo una volta ed il responsabile era stato duramente richiamato. Inutilmente, però". Giarrusso quindi precisa: "E' evidente che il responsabile non ha nulla a che fare con il MoVimento 5 Stelle ed avendo violato regole fondamentali ho chiesto che venga deferito alla assemblea congiunta per la sua espulsione. La mia firma sui documenti in questione non c'era e quindi chi si è reso responsabile ne risponderà nelle sedi giudiziarie preposte". Il senatore pentastellato quindi conclude: "Io credo che il MoVimento 5 Stelle vada difeso da quanti lo vogliono snaturare, violentandone la natura democratica e partecipativa, per non parlare della violazione delle semplici regole della buona fede. A riveder le stelle".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: