le notizie che fanno testo, dal 2010

Email M5S, hacker vogliono redditi blog. Crimi: Grillo non lavora da tempo

I cosiddetti hacker del PD rivendicano la pubblicazione delle email dei parlamentari del MoVimento 5 Stelle con il fatto che non è noto il "dettaglio dei ricavi derivanti dal sito www.beppegrillo.it e correlati (sia grillorama che amazon)". Vito Crimi però spiega che "i redditi di Beppe Grillo sono i proventi dei suoi spettacoli, e quindi non ci vuole molto a scoprire da quanto tempo non lavora".

Da più di una settimana alcuni parlamentari del MoVimento 5 Stelle si sono visti pubblicare dai cosiddetti hacker del PD file contenenti le loro email private. Nella rivendicazione a firma degli hacker del PD c'è scritto che i leak delle email continueranno, settimanalmente, finché non ci sarà la "pubblicazione immediata" di "redditi e patrimoni di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio" ed il "dettaglio dei ricavi derivanti dal sito www.beppegrillo.it e correlati (sia grillorama che amazon)" chiarendo che "tali dati pubblicati dovranno essere completi, ampi ed articolati, ripercorrendo i guadagni e patrimoni accumulati dall'inizio dell'attività del MoVimento 5 Stelle" e "dovranno essere pubblicati nel dettaglio anche i redditi e patrimoni di familiare diretti e fiduciari (inclusi i professionisti svizzeri del cantone Ticino)". Vito Crimi nel corso de L'Intervista con Maria Latella su Sky ribadisce che la pubblicazione delle email private dei deputati del MoVimento 5 Stelle "è un fatto gravissimo di violenza personale" e spiega che chi sta portando avanti questa azione è solo per mettere i pentastellati "sotto pressione". "Ci stanno puntando, ci stanno minacciando, ci stanno in qualche modo cercando di intimidire, e questa cosa ci fa comprendere che stiamo sulla strada giusta e stiamo facendo il percorso giusto", afferma Vito Crimi, capogruppo M5S al Senato. Nella rivendicazione gli hacker del PD precisavano: "Ci scusiamo sin d'ora con quegli eletti M5S per la violazione della loro privacy presente e futura, invitandoli a fare tutte le pressioni necessarie nei confronti di Grillo e Casaleggio affinchè questi soddisfino le nostre legittime richieste di trasparenza". Ma sulla trasparenza dei "redditi di Beppe Grillo" Vito Crimi non sembra avere dubbi, spiegando a Maria Latella che "sono i proventi dei suoi spettacoli, e quindi non ci vuole molto a scoprire da quanto tempo non lavora". Nessun accenno, invece, da Vito Crimi sugli introiti della pubblicità presente sul blog di Beppe Grillo, capo politico del MoVimento 5 Stelle, sito attorno a cui ruota tutto il mondo pentastellato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: