le notizie che fanno testo, dal 2010

Decreto banche cooperative: ostruzionismo M5S perché è attacco al risparmio

La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge banche con 351 voti a favore e 180 contrari. L'Assemblea di Montecitorio deve ora esaminare gli ordini del giorno al testo ma il MoVimento 5 Stelle ha già annunciato che farà ostruzionismo perché il provvedimento "rappresenta un altro attacco al credito di territorio e al risparmio dei cittadini".

La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge banche con 351 voti a favore e 180 contrari. L'Assemblea di Montecitorio deve ora esaminare gli ordini del giorno al testo. Il MoVimento 5 Stelle ha già annunciato che farà ostruzionismo sugli ordini del giorno spiegando che il decreto sulle banche di credito cooperativo è "un provvedimento che rappresenta un altro attacco al credito di territorio e al risparmio dei cittadini, un salvagente statale per le malefatte dei banchieri, la fregatura sull'anatocismo" come si legge in una nota.
"Un decreto che contiene cose come queste non può consentire alcun cedimento da parte nostra. - assicurano i pentastellati - Ecco perché faremo ostruzionismo e terremo inchiodata la maggioranza in aula per tutto il tempo che servirà a denunciare, in dettaglio, gli obbrobri che il governo vuole far passare con l'ennesima fiducia. Ci faremo sentire a partire da oggi sotto Montecitorio, sia fuori che dentro il palazzo. E se ci sarà da fare notte, la faremo".
"I cittadini devono conoscere come l'esecutivo del ministro Maria Elena Boschi - che dovrebbe avere la decenza di dimettersi - stia calpestando i principi costituzionali della tutela del risparmio e della libera iniziativa economica" denunciano in conclusione i grillini.

© riproduzione riservata | online: | update: 23/03/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Decreto banche cooperative: ostruzionismo M5S perché è attacco al risparmio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI