le notizie che fanno testo, dal 2010

Ceffoni a donne a Montecitorio? Per Boldrini non lede le istituzioni, denuncia M5S

"Ricordate il ceffone assestato alla portavoce M5S Loredana Lupo? Oggi l'epilogo della vicenda: la Camera dei Deputati non si costituirà parte civile rispetto a tale aggressione", denuncia in una nota il MoVimento 5 Stelle.

"Ricordate il ceffone assestato alla portavoce M5S Loredana Lupo? Il responsabile del gesto era il questore Stefano Dambruoso, che la colpì nell'aula parlamentare durante una protesta del MoVimento 5 Stelle contro il tristemente noto decreto Bankitalia. Oggi l'epilogo della vicenda: la Camera dei Deputati non si costituirà parte civile rispetto a tale aggressione" rivelano in un comunicato i pentastellati.
"E' una decisione della Presidenta della Camera e del Partito Democratico, un atteggiamento davvero esecrabile proprio da parte di chi ogni giorno si riempie la bocca di 'rispetto per le donne'. Un rispetto che, a quanto pare, non va oltre le modifiche alla grammatica: quando si tratta di fatti, la Presidenta resta senza parole, a parte affermare che un atto del genere non lede le istituzioni che lei stessa rappresenta" denuncia il M5S.
"Ah no? Non è una lesione alle istituzioni che un questore prenda a ceffoni una deputata in mezzo all'aula di Montecitorio? - domandano quindi i grillini - Se fosse accaduto nella piazza del mercato, siamo certi che Laura Boldrini avrebbe protestato indignata contro una simile violenza su una donna."
"Ma ciò che non è permesso al mercato, è evidentemente ammissibile in Parlamento. E' inutile allora che la Boldrini appenda lenzuoli alle finestre della Camera per protesta contro la violenza sulle donne, se le donne da difendere sono quelle di una parte sola. Mentre tutte le altre possono essere prese impunemente a ceffoni" si osserva in ultimo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: