le notizie che fanno testo, dal 2010

Beppe Grillo: dimissioni 5 senatori come gesto politico. Sono fuori dal M5S

Per Beppe Grillo i 5 senatori del MoVimento 5 Stelle Alessandra Bencini, Laura Bignami, Monica Casaletto, Maria Mussini e Maurizio Romani che hanno rassegnato le dimissioni al Senato le motivano "come gesto politico" visto che nasce dalla gestione "molto sommaria" dell'espulsione dei 4 senatori dissidenti. Beppe Grillo quindi annuncia che i pentastellati dimissionari "sono fuori dal M5S".

E' ufficiale. Oltre ai 4 senatori espulsi dal MoVimento 5 Stelle, altri 5 senatori hanno rassegnato le loro dimissioni dal Senato e le hanno presentate ufficialmente al Presidente del Senato Piero Grasso. I senatori pentastellati dimissionari sono: Alessandra Bencini, Laura Bignami, Monica Casaletto, Maria Mussini e Maurizio Romani. Già il 27 febbraio Maria Mussini scriveva su Facebook: "E' una scelta travagliata compiuta in piena autonomia e coerenza, nel rispetto dei principi e dei valori del MoVimento 5 Stelle, degli elettori e dell'Istituzione di cui faccio parte. - sottolineando - Tali principi sono basati sul riconoscimento a ciascuno dello stesso valore e sul rispetto delle regole e delle persone. Ciò permette di realizzare il nostro 'uno vale uno' e di valorizzare il contributo di ciascuno, in modo inclusivo. Sono stata mandata qui per cambiare un sistema, non per espellere compagni di viaggio, soprattutto quando non mi sono chiari i capi di accusa". La senatrice Mussini precisa quindi: "Le mie dimissioni non sono un segnale contro qualcuno e, fino a che non saranno accettate dal Senato, continuerò a lavorare per contribuire alla realizzazione del programma del MoVimento 5 Stelle, di cui continuo a condividere spirito e obiettivi, senza fare mancare al mio gruppo il contributo che ho dato fino ad oggi. Con questo atto, lascio il posto a chi come me è stato scelto per rappresentare questo bellissimo progetto, che forse meglio di me potrà farlo crescere e maturare".

Ieri invece su Facebook il senatore pentastellato Maurizio Romani scrive: "Credo negli ideali del M5S, perciò continuo a farne parte e a dare il mio contributo. Ho dato le mie dimissioni dalla carica di Senatore perché l'espulsione dei 'dissidenti' è stata gestita in modo sommario, senza rispettare le nostre regole interne; e perché ad alcuni di noi è stato impedito di esprimersi liberamente in assemblea, una libertà che Beppe Grillo ha stabilito con il suo comunicato politico n. 45. Questa libertà è la forza del MoVimento, e ci ispira a lavorare sui problemi reali del Paese, per realizzare un cambiamento positivo. Senza questo impegno concreto rimangono solo gli slogan. Se il mio messaggio verrà compreso, allora ritirerò le mie dimissioni. Confido che il MoVimento ritroverà il suo vero spirito e la sua unità, e io mi impegnerò perché ciò possa avvenire". Ovviamente, per essere effettive il Senato dovrà votare le dimissioni dei 5 senatori, ma probabilmente Palazzo Madama le respingerà. Il senatore Romani quindi chiarisce: "Nel caso le mie dimissioni venissero rifiutate, resterò nel gruppo del MoVimento 5 Stelle, a lavorare come sempre nello spirito di politica dal basso in cui credo. - chiarendo - Dico subito che non ho intenzione di passare al Gruppo Misto, né creare un nuovo gruppo o passare a qualcuno già esistente!!!".

Se però le sue dimissioni non saranno accettate, Maurizio Romani dovrà comunque convergere in un altro gruppo perché dal suo blog Beppe Grillo chiarisce: "I senatori dimissionari si sono isolati dal MoVimento 5 Stelle e non possono continuare ad esserne rappresentanti ufficiali nelle istituzioni. Bencini, Bignami, Casaletto, Mussini e Romani sono fuori dal M5S". Beppe Grillo spiega che ciò è dovuto al fatto che i 5 senatori hanno motivato le loro dimissioni "come gesto politico in aperto conflitto e contrasto con quanto richiesto dal territorio, stabilito dall'assemblea dei parlamentari del M5S, confermato dai fondatori del M5S e ratificato dagli iscritti certificati in Rete, in merito ai quattro senatori espulsi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: