le notizie che fanno testo, dal 2010

Antidumping: da Italia no a procedura approvazione consensuale regolamento convenzione

Il Ministero dello Sviluppo Economico sulla normativa anti-dumping.

"La linea di politica commerciale seguita dal governo italiano è sempre stata chiara e coerente. Massimo supporto alla liberalizzazione del commercio internazionale anche attraverso la conclusione degli accordi di libero scambio - viene illustrato in un comunicato dal Ministero dello Sviluppo Economico -, massima intransigenza nella difesa da comportamenti commerciali scorretti nella convinzione che il commercio, per essere motore di crescita, deve essere equo e rispettoso delle regole."

"Per questo abbiamo sostenuto la necessità di approvare celermente l'Accordo di libero scambio con il Canada (CETA) - prosegue il dicastero -, anche seguendo una procedura solo 'europea' Consiglio - Parlamento UE. Per questo, oggi, ci siamo dichiarati fermamente contrari alla proposta di compromesso della presidenza maltese sul regolamento proposto dalla Commissione in materia di adeguamento della normativa anti-dumping nei confronti di Paesi che non sono economie di mercato."

"La proposta della Commissione, anche in questa versione di compromesso, è debole e di difficile implementazione e rischia di lasciare l'industria europea indifesa verso i comportamenti scorretti. L'Italia ritiene fondamentale che nel prosieguo dell'iter normativo questa proposta venga sostanzialmente migliorata. Lo afferma il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda" fa sapere infine il MISE.

© riproduzione riservata | online: | update: 21/04/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Antidumping: da Italia no a procedura approvazione consensuale regolamento convenzione
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI