le notizie che fanno testo, dal 2010

Debiti PA 2014, MEF: erogati 38 miliardi. Debito patologico è metà delle stime

Dopo le polemiche, il Ministero dell'Economia chiarisce che sale a 38 miliardi l'importo che tra giugno 2013 e settembre 2014 lo Stato ha erogato alle pubbliche amministrazioni per facilitare il pagamento di debiti scaduti a fine 2012 e a fine 2013. Dal monitoraggio risulta che gli enti debitori hanno effettivamente pagato ai propri creditori più di 31 miliardi.

Dopo che la Cgia di Mestre ha sottolineato che la Pubblica amministrazione (PA) non aveva ancora finto di pagare tutti i debiti contratti con le imprese nonostante le promesse di Matteo Renzi, il Ministero dell'Economia ha precisato che rispetto alla precedente rilevazione del 21 luglio, il monitoraggio al 23 settembre mostra erogazioni agli enti debitori per 38,4 miliardi (+8,3 miliardi ovvero +27%) di cui 31,3 miliardi (+5,2 miliardi ovvero +20%) risultano già utilizzati per i pagamenti ai soggetti creditori. In una nota, il Mef chiarisce quindi che "le stime del debito commerciale che la Banca d'Italia rende note in occasione della Relazione annuale vengono erroneamente utilizzate nel dibattito pubblico per indicare il debito scaduto e non oggetto di contenzioso", aggiungendo: "La stessa Banca d'Italia ha chiarito, nel Bollettino Economico di aprile 2014, che il debito certo, scaduto ed esigibile delle Amministrazioni pubbliche è considerato 'poco più della metà' delle stime del debito complessivo: quindi poco più della metà di 91 miliardi a fine 2012 e poco più della metà di 75 miliardi a fine 2013". Il Mef sottolinea quindi che "il debito 'patologico' " ammonta a 57 miliardi che "il governo italiano ha provveduto a mettere a disposizione degli enti debitori", evidenziando: "Le risorse fin qui stanziate sembrano essere più che sufficienti a smaltire il debito 'patologico', in linea con le stime di Bankitalia così come specificate nel Bollettino economico di aprile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: