le notizie che fanno testo, dal 2010

AP, Schifani: emendamenti a Milleproroghe 2015 danno rilancio dell'economia

Il presidente del gruppo al Senato di Area popolare Ncd-Udc, Renato Schifani, afferma che "gli emendamenti presentati dal governo e dai relatori al decreto Milleproroghe confermano la grande attenzione verso chi è in difficoltà e nei confronti delle questioni riguardanti il rilancio dell'economia".

"Gli emendamenti presentati dal governo e dai relatori al decreto Milleproroghe confermano la grande attenzione verso chi è in difficoltà e nei confronti delle questioni riguardanti il rilancio dell'economia" afferma soddisfatto in una nota il presidente del gruppo al Senato di Area popolare Ncd-Udc, Renato Schifani, sottolineando per esempio che "la scelta di riaprire i termini per le richieste di rateizzazione delle cartelle Equitalia è in linea con una visione non vessatoria del fisco, e rappresenta un concreto segnale di sostegno agli italiani". Schifani considera "altrettanto significativa è la decisione di prorogare i benefici fiscali per il rientro dei ‘cervelli in fuga’, un patrimonio intellettuale che non possiamo disperdere" ma anche "la proroga delle convenzioni attivate dall’Ufficio scolastico provinciale di Palermo per i contratti dei collaboratori che lavorano all’interno delle scuole" perché "risponde a principi di una corretta gestione dell’Istruzione pubblica". Schifani sottolinea infine che gli emendamenti al decreto Milleproroghe 2015 hanno permesso anche di escludere "sanzioni nei confronti del Comune de L'Aquila, fortemente colpito dalla calamità del 2009, per lo sforamento del patto di stabilità interno".

© riproduzione riservata | online: | update: 17/02/2015

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
AP, Schifani: emendamenti a Milleproroghe 2015 danno rilancio dell'economia
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI