le notizie che fanno testo, dal 2010

Milano: migrante si impicca alla stazione. Majorino: Minniti rifletta

Un giovane migrante di 31 anni del Mali con permesso di soggiorno per protezione internazionale si è impiccato alla stazione di Milana. "Marco Minniti dovrebbe dedicarsi a rimettere a posto questo disastro che è il sistema nazionale dell'accoglienza" dice Pierfrancesco Majorino.

"In via Ferrante Aporti, ad alcune centinaia di metri dalle nostre strutture, si è tolto la vita un ragazzo di origine straniera . Al momento non si sa nulla di lui. Salvo il fatto che non avesse documenti o altro addosso. Un pensiero a questo cittadino senza dimora. E il bisogno di rafforzare ancora di più la rete degli interventi sociali. In questo Paese la priorità assoluta" scrive su Facebook Pierfrancesco Majorino, l'assessore alle politiche sociali di Milano.

Nella giornata di ieri, infatti, un giovane migrante di colore si è impiccato davanti ai passanti lanciandosi con una corda al collo da un pilone che dà verso i binari della stazione di Milano, a pochi metri dal Casc, il centro di aiuto sociale del Comune. Sembra che l'uomo che si è suicidato sia un 31enne cittadino del Mali, che si trovava in Italia da almeno un anno e mezzo con regolare permesso di soggiorno per protezione internazionale, in corso di rinnovo a Modena.

"Marco Minniti dovrebbe dedicarsi a rimettere a posto questo disastro che è il sistema nazionale dell'accoglienza, invece di dedicarsi a misure inutili come gli ultimi decreti sulla sicurezza" aggiunge Majorino.

© riproduzione riservata | online: | update: 08/05/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Milano: migrante si impicca alla stazione. Majorino: Minniti rifletta
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI