le notizie che fanno testo, dal 2010

Blocco traffico Milano: lunedì 31 scatta fase 2. Misure più severe

L' "Ordinanza Aria Pulita" firmata dal Sindaco Moratti con la complicità di un po' di nevischio ha fatto abbassare la soglia del PM 10, ma non tanto da far sospendere il provvedimento anti-smog. Da lunedì 31 scatta la seconda fase "che prevede misure più severe".

PM 10 a Milano non significa un pool di dieci magistrati che preoccupano qualche politico, ma un vero e proprio incubo per chi si sposta nel capoluogo lombardo. Il blocco del traffico a Milano ovviamente si è reso necessario per tutelare la salute pubblica ed il vice Sindaco (nonché Assessore alla Mobilità) Riccardo De Corato spiega: "E' stata raggiunta la diciottesima giornata consecutiva di superamento del limite e domani, come previsto dall'Ordinanza Aria Pulita firmata dal Sindaco Moratti, scatterà la seconda fase del piano, che prevede misure più severe".
E se oggi domenica 30 gennaio il blocco del traffico ha mobilitato 120 pattuglie della Polizia Locale e ben 300 uomini che vigilano sul rispetto del provvedimento anti-smog, Riccardo De Corato sottolinea sull'ordinanza Aria Pulita: "non è da intendersi come una misura isolata e circoscritta a questa emergenza, ma come un vero e proprio codice di comportamento che Milano si è data e che seguirà ogni volta che verrà superato il valore limite per il PM10 per dodici e diciotto giorni ininterrotti" quindi non una iniziativa "una tantum" ma un provvedimento "organico" per tutelare la salute pubblica.
E domani lunedì 31 gennaio scattano le nuove restrizioni perché, come comunica il Comune di Milano "oltre ai veicoli bloccati con la prima fase del piano anti-smog, nella Cerchia dei Bastioni dal lunedì al sabato non potranno circolare neppure i veicoli a benzina Euro1 e Euro2, e i veicoli diesel Euro3 e Euro4 dalle 7.30 alle 19.30. Le restrizioni riguarderanno il 18% dei mezzi che normalmente entrano nella Cerchia dei Bastioni, ovvero circa 13.500 veicoli".
Ma non solo le auto saranno in stop. Anche per i riscaldamenti è prevista "la riduzione di un grado del valore massimo delle temperature dell'aria nelle abitazioni e la riduzione di un'ora della durata massima giornaliera degli impianti termici".
Per qualsiasi informazione sul blocco del traffico i cittadini possono chiamare 02.02.02 e 02.02.08 o visitare il sito del Comune di Milano (comune.Milano.it).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: