le notizie che fanno testo, dal 2010

Serie A, Milan: Allegri avverte la Juve: appena sbagli ti "chiappiamo"

Alla vigilia del match del Dall'Ara contro il Bologna, valevole per la 15esima giornata di Serie A, il tecnico del Milan Massimiliano Allegri carica i suoi per la rincorsa alla capolista Juventus. Secondo l'allenatore le tre partite dalla pausa natalizia sono "minitorneo in cui bisogna fare più punti possibile". E se dovesse arrivare in rossonero Carlos Tevez il Milan avrebbe "il primo attacco al mondo".

Massimiliano Allegri è pronto ad approfittare di qualsiasi passo falso della Juventus. Alla vigilia della sfida di Bologna, il tecnico nel Milan, secondo in classifica a meno 2 dai bianconeri, sprona i suoi non sbagliare più in colpo per raggiungere il prima possibile la vetta. Allegri considera le tre partite che dividono il campionato di Serie A dalla sosta natalizia come un "minitorneo in cui bisogna fare più punti possibile" perché è vero che "se gli altri continuano a vincere ci resteranno davanti", ma è anche vero che al primo passo falso "li 'chiappiamo' e li superiamo". Un periodo fondamentale, quindi, che Allegri estende fino a febbraio considerando questi 3 mesi "importanti per il risultato finale". Il Milan proverà a difendere il titolo di campione d'Italia, sperando che ad aiutare arrivi Carlos Tevez, sempre più al centro di ogni discorso di mercato milanista. "Con lui avremmo il primo attacco al mondo" ha confessato Allegri che non ha paura della gestione di un giocatore giudicato una "testa matta". Se l'attaccante in rotta con il Manchester City dovesse arrivare, renderebbe ancora più difficile la vita a Filippo Inzaghi, nuovamente escluso per la trasferta di Bologna. Il 38enne attaccante rossonero non sembra più rientrare nei piani del tecnico di Livorno che ha convocato per la partita di oggi pomeriggio (ore 15.00 al Dall'Ara) Stephan El Shaarawy. Rientrano invece Boateng e Van Bommel, anche se ancora alle prese con qualche acciacco fisico, mentre è stato "promosso" Mattia De Sciglio dopo l'esordio da titolare in Champions League contro il Viktoria Plzen. Allegri si è voluto soffermare proprio sull'ultima partita giocata in Europa, dove il Milan si è fatto recuperare i due gol di vantaggio nei minuti di recupero. "Gli errori di Praga non vanno più ripetuti - ha sentenziato il tecnico rossonero a Milan Channel - quando l'avversario sta per morire bisogna ucciderlo, sportivamente parlando".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: