le notizie che fanno testo, dal 2010

Serie A, Ibra trascina Milan: 2-0 a Cagliari, ora tocca alla Juventus

Un autogol di Piasano nel primo tempo e un gol di Ibrahimovic nel secondo regalano al Milan la testa della classifica di Serie A, in attesa del big-match di questa sera tra Udinese e Juventus. Il 2-0 di Cagliari è maturato sfruttando le poche occasioni a disposizione, a differenza dei rossoblu che sbagliano e sprecano molto. Buona la prova di Nainggolan, ormai pronto per grandi palcoscenici.

Il Milan lancia una nuova sfida alla Juventus, chiamata a vincere questa contro l'Udinese per tornare in testa. La vetta della classifica in questo momento è infatti occupata dai rossoneri grazie alla vittoria di ieri sera contro il Cagliari di Ballardini. Sotto la pioggia battente del Sant'Elia, gli uomini di Allegri vincono con un 2-0 costruito non di brillantezza ma di assoluta concretezza, merito dell'autogol di Pisano dopo appena 4' e del solito Ibrahimovic nel secondo tempo. Il Cagliari conferma invece la sua difficoltà nel segnare, nonostante la formazione "coraggiosa" messa in campo da Ballardini. Il tridente Ibarbo-Larrivey-Thiago Ribeiro, supportato da Cossu non riesce a risolvere i problemi in fare realizzativa, ma è da sottolineare la prova del centrocampista Nainggolan che non ha mai mollato e già si propone per un salto nei grandi palcoscenici. Dall'altra parte Allegri sceglie Mexes al centro al fianco di Thiago Silva e conferma Taiwo a sinistra, mentre in avanti la coppia Ibra-Robinho non dà spazio a Pato, come magari vorrebbe il presidente milanista Silvio Berlusconi. L'inizio è scoppiettante, con un occasione al 2' di Thiago Ribeiro che si infrange sul palo della porta difesa da Abbiati e il vantaggio milanista al 4': il portiere rossoblu Agazzi sbaglia completamente l'uscita, lasciando a Robinho la possibilità di superarlo e di mettere al centro il pallone per Nocerino che, davanti alla porta sguarnita, si fa anticipare da Pisano che sfortunatamente insacca nella propria rete. L'1-0 milanista non cambia i piani tattici di Ballardini che continua la ricerca del gol, prima con Ekdal (botta da fuori area ben parata da Abbiati), poi con Larrivey (colpo di testa che si spegne sul fondo). Nel secondo tempo il Milan ha subito la possibilità del raddoppio con Aquilani, ma qualche minuto dopo è il Cagliari ad andare vicino al pareggio, però, sul cross di Thiago Ribeiro, il colombiano Ibarbo colpisce debolmente di testa da ottima posizione. Sul rovesciamento di fronte Robinho spara alto dopo aver smarcato il portiere, così Ibrahimovic decide di chiudere la partita praticamente da solo. Al 15' lo svedese parte lontano dalla porta, scambia velocemente con Robinho e con un allungo da campione riesce a superare Agazzi con un tocco sotto. Sul 2-0 il Cagliari non crede praticamente più alla rimonta, ad eccezione del belga Nainggolan, così Pato (entrato al posto di Robinho) si costruisce un paio di occasioni ma il risultato non cambia. Il Milan sale così in vetta a quota 34 punti, uno in più della Juventus impegnata oggi al Friuli di Udine, mentre il Cagliari si ferma a quota 18, a sei punti dalla zona retrocessione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: