le notizie che fanno testo, dal 2010

Milan, zero stimoli col Viktoria Plzen. Pato-Robinho a ricerca del gol

L'ultima gara del girone H di Champions League sarà per il Milan niente più di un allenamento. La squadra di Massimiliano Allegri è già qualificata assieme al Barcellona e contro il Viktoria Plzen si vedrà un ampio turn over. In attacco spazio a Pato e Robinho, entrambi alla ricerca del gol che gli manca da molto tempo. In difesa si rivede Mexes al fianco del giovanissimo De Sciglio (classe 1992).

Fra poche ore inizierà l'ultimo match del girone H di Champions League, ma in casa Milan si pensa già oltre. La trasferta contro il Viktoria Plzen non ha infatti più nulla da raccontare, con i rossoneri già qualificati per le fasi finali e i cechi eliminati che sperano in un posto in Europa League. Difficile dunque per Massimiliano Allegri trovare degli stimoli da trasmettere ai suoi ragazzi, ma non impossibile. Il tecnico rossonero ha annunciato che contro il Viktoria scenderanno sia Pato che Robinho, che troveranno una ghiotta occasione per trovare quel gol che manca da molto tempo. Ma se per il "Papero" c'è la scusante del lungo infortunio che l'ha lasciato fuori dai campi per quasi due mesi, per Robinho le occasioni di andare in gol non sono certo mancate. L'attaccante brasiliano ultimamente ha un difetto di mira sottoporta: "Per noi è un giocatore importante - ha confessato Allegri in conferenza stampa - che svaria molto sul fronte d'attacco". Il tecnico rossonero ha poi precisato come Robinho rimanga un attaccante che segna molto, come ha dimostrato l'hanno scorso, "nonostante si continui a parlare di un Robinho sprecone sotto porta". Oltre ai due brasiliani, questa sera ci sarà un'altra coppia che proverà a farsi vedere per trovare più spazio tra le maglie rossonere. Sarà infatti finalmente titolare Philippe Mexes al centro della difesa assieme al giovane Mattia De Sciglio. Il francese è arrivato quest'estate dalla Roma ma è stato vittima di un lungo infortunio che ne ha pregiudicato l'inizio di stagione, mentre il difensore classe 1992 arriva direttamente dal settore giovanile del Milan e non mancherà l'occasione per mettersi in mostra nonostante l'emozione del debutto in "grande stile" in Champions League. Al debutto dal primo minuto ci sarà anche Taiwo, terzino sinistro nigeriano classe 1985 che ancora non è riuscito a trovare spazio nello schema tattico di Allegri. Ma se questi ingredienti non bastassero per dare un senso alla partita, ci ha pensato Adriano Galliani a caricare gli attaccanti. Ieri l'a.d. rossonero, durante la premiazione agli Hall of Fame come miglior dirigente italiano, ha fatto capire che, riguardo la pista che porta a Carlos Tevez, qualcosa si sta muovendo. "Tevez? Non fatemi dire bugie quando vengo a prendere un premio, ne parliamo nei prossimi giorni - ha risposto Galliani alla domanda sull'attaccante argentino. Poi ha aggiunto, senza fare nomi: "Si tratta di un giocatore del City. Il club inglese ci ha autorizzati a parlare con il suo procuratore ma non abbiamo ancora parlato direttamente con il club". La trattativa sembra dunque andare avanti e, se dovesse andare a buon fine, allora Pato e Robinho dovranno sudare non poco per trovare spazio nell'attacco "stellare" del Milan, che vede come punto fisso per l'attacco il solo Zlatan Ibrahimovic.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: