le notizie che fanno testo, dal 2010

Milan e la scaramanzia, da Galliani a Zambrotta: ancora non è fatta

Siamo molto felici, ma ancora non è fatta. Ho già sentito il presidente Berlusconi, è felicissimo anche lui. Otto punti sono un bel vantaggio" dice l'ad del Milan Galliani, mentre Zambrotta sottolinea: "Preferisco non dire nulla".

"La parata di Abbiati nel finale mi ha ricordato quella che fece nel '99 su Bucchi col Perugia". Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, si affida ai segni del destino per commentare la corsa scudetto dei rossoneri. Riguardo la vittoria del 23 aprile sul Brescia, che porta i rossoneri a 8 punti di vantaggio dall'Inter a 4 giornate dal termine della stagione, Galliani mostra la volontà di tutto il Milan a rimanere con i piedi per terra. "Questa partita - commenta - era fondamentale. Siamo molto felici, ma ancora non è fatta. Ho già sentito il presidente Berlusconi, è felicissimo anche lui. Otto punti sono un bel vantaggio". A Milanello si è consapevoli di avere un bel vantaggio, guadagnato, secondo Galliani, grazie al mercato effettuato a gennaio. "Mi ricordo la notte in cui mi sono svegliato e ho pensato a Van Bommel..." ha affermato l'AD milanista. In casa Milan c'è però uno scaramantico per eccellenza, che porta il nome di Gianluca Zambrotta. Nel 2000 il terzino, quando giocava alla Juventus, perse lo scudetto all'ultima giornata ai danni della Lazio: "Io - commenta scherzosamente il Zambrotta - ho una certa esperienza in fatto di scudetti persi all'ultimo, pertanto preferisco non dire nulla. Abbiamo fatto un bel passo in avanti, tutto qui".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: