le notizie che fanno testo, dal 2010

Milan-Psg 1-0, Pato abbraccia e poi batte Ancelotti

Il Milan vince il trofeo Emirates Challenge battendo per 1-0 il Paris Saint Germain. E' Pato il protagonista del match grazie al suo gol al 4'. Il brasiliano ha abbracciato l'ex tecnico rossonero Carlo Ancelotti, neo allenatore del Psg, ma smorza le voci sul suo possibile passaggio proprio al club francese. Rientra in campo "Ringhio" Gattuso, fermo da tempo a causa del problema all'occhio sinistro affetto da strabismo.

Per il Milan la prima vittoria del 2012 arriva a Dubai grazie ad uno dei uomini più discussi. Con il suo gol, Pato permette ai rossoneri di battere il Paris Saint Germain dell'ex Carlo Ancelotti chiudendo le polemiche con il tecnico Massimiliano Allegri e di un suo possibile passaggio proprio al club francese. L'attaccamento del "Papero" verso Ancelotti è dimostrato dall'abbraccio prima del fischio d'inizio che suscita ancora più curiosità sul suo futuro. Pato non ha però voluto lasciare indiscrezioni sulla presunta notizia dell'arrivo a Dubai del suo agente Gilmar Veloz: "Voi sapete meglio di me la situazione, visto che lo avete scritto sui giornali", ha detto con una punta di ironia a fine partita. Poi si sofferma sulla sua attuale condizione fisica: "Sto bene, ho giocato solo una parte della partita, ma mi sento bene", ha detto l'attaccante brasiliano, che ha sbloccato il match dopo soli 4' minuti, insaccando a porta vuota un assist di Ibrahimovic. Dall'altra parte il Psg ha provato a "beffare" i campioni d'Italia soprattutto tramite le giocate del brasiliano Nenè, mentre il trio rossonero Ibrahimovic-Pato-Robinho non mostra la stessa vitalità. Al 17' ci prova il "goleador" Nocerino (a quota 6 gol con il Milan in questa stagione) con una rovesciata spettacolare che si stampa sulla traversa. Nel secondo tempo c'è spazio e applausi per Gattuso, al rientro in campo dopo quasi tre mesi a causa del problema all'occhio sinistro affetto da strabismo. "Ringhio" lotta e corre per 45' senza mai risparmiarsi, dando un chiaro segnale agli scettici che davano per conclusa la sua carriera. Il protagonista della ripresa è però il portiere Abbiati che si supera più di una volta sugli attacchi del Psg. Fino al fischio finale il risultato non cambia e capitan Ambrosini può quindi alzare il trofeo Emirates Challenge, il primo conquistato in questo 2012, sperando che sia di buon auspicio per conquistare vittorie più importanti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: