le notizie che fanno testo, dal 2010

Autobiografia Mike Tyson: con quel morso a orecchio volevo uccidere Holyfield

L'autobiografia di Mike Tyson, dal titolo "Undisputed Truth", uscirà a giorni ma fa già discutere. In un capitolo del libro della sua vita, infatti, Mike Tyson confessa con quel morso all'orecchio di Evander Holyfield, durante la sfida per il titolo iridato dei pesi massimi Wba nel giugno 1997, era perché "era furioso" e lo voleva "uccidere".

A giorni uscirà "Undisputed Truth" (pubblicata dal Sydney's Daily Telegraph), ma la nuova autobiografia di Mike Tyson fa già discutere. Nel libro Mike Tyson racconta i retroscena di uno degli episodi che hanno contribuito a ribattezzare l'ex cambione di boxe "The Baddest Man on the Planet", quello cioè che lo vide staccare con un morso parte dell'orecchio di Evander Holyfield durante la sfida per il titolo iridato dei pesi massimi Wba, nel giugno 1997 all'Mgm Grand Arena di Las Vegas. Nella sua autobiografia, Mike Tyson scriverebbe: "Lo volevo uccidere. Chiunque fosse presente a bordo ring ha potuto vedere la mia rabbia cieca, ero furioso, ero come un soldato indisciplinato fuori controllo, così l'ho colpito alla testa". Il racconto di Mike Tyson quindi proseguirebbe ricordando: "C'era gente che tentava di tenermi mentre Holyfield era rannicchiato a terra nel suo angolo, ho provato piu' volte a raggiungerlo. Avevo addosso 50 persone, ho cercato di liberarmi dagli agenti che mi bloccavano". A 47 anni, per, Mike Tyson ha promesso di voler finalmente cambiare vita, quando nell'agosto scorso, durante il programma statunistense "Friday Night Fights", ha confessato: "Sono sul punto di morire perché sono un alcolista. Questo è il mio sesto giorno da sobrio. Non farò più uso di sostanze. Ho fatto un sacco di cose cattive e voglio essere perdonato. Voglio cambiare la mia vita, voglio vivere una vita diversa ora".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# boxe# Mike Tyson# orecchio