le notizie che fanno testo, dal 2010

Microsoft Tulalip: svelato per errore il social network della "tribù"

Tulalip è il nuovo social network di Microsoft? Ma allora perché ci sono i pulsanti di Facebook e Twitter? E se fosse qualcosa di veramente rivoluzionario, e dopo le cerchie di Google Plus One arrivassero davvero le "tribù"? E se fosse solamente un innocente errore, come afferma Redmond?

Anche Microsoft avrebbe in mente di costruire un suo "universo social" e, ovviamente, il progetto sarebbe "segreto" e "contro" Facebook di Mark Zuckerberg e le cerchie di Google Plus One di Mountain View. Come da manuale, dalle trame della segretezza, "per errore", spuntano degli screenshot che rivelerebbero il progetto di Redmond. Sul dominio "socl.com" recentemente acquistato da Microsoft è stato notato il 13 luglio una schermata che recitava "Benvenuto - Con Tulalip puoi Trovare che cosa ti serve e Condividere ciò che sai nel modo più semplice di sempre", con Find e Share maiuscoli, naturalmente. Nella schermata, piuttosto suggestiva e moderna (ci sono delle "fototessere" a mo' di tombola con le caselline in plastica), erano presenti però anche due pulsanti "nemici", cioè quello di Facebook e di Twitter (http://is.gd/Z2cFb0), che hanno sgonfiato un po' lo scoop. A che serve un social network che linka altri social network? Nella logica dei social non vige (paradossalmente) la regola sociale degli Highlander cioè "Ne resterà soltanto uno"? Il mistero rimane. Anche perché sul sito socl.com è subito sparito Tulalip ed è apparsa la scritta: "Grazie per averci visitato, Socl.com è un progetto interno di design di un team di Microsoft Research che è stato erroneamente pubblicato sul web". E il team conclude che, "onestamente", non "ne aveva intenzione". E perché non credere alle parole dell'azienda Redmond? Don't be Evil, raccomanda Google. Certo è che il nome "esotico" di Tulalip aveva già fatto pensare ad un social diviso non più in "cerchie" o in "amici" ma semplicemente in "tribù" visto che Tulalip è un gruppo di Nativi Americani che vivono vicino a Washington nella Tulalip Tribes of the Tulalip Reservation. Certo è che usare il nome di una tribù indiana esistente, avrebbe portato non pochi problemi di immagine e di diritti, anche se i Tulalip sono già proprietari, come tradizione delle riserve, di un fiorente casino, il Tulalip Resort Casino (tulalipresort.com/).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: