le notizie che fanno testo, dal 2010

Vertenza Micron: nessuna concretezza da governo. Fiom a Roma: inconcepibile

Evidentemente, non sono arrivate quelle "ipotesi concrete" dal governo Renzi per risolvere la vertenza Micron, visto che oggi hanno manifestato sotto Palazzo Chigi a Roma i lavoratori a rischio esubero con i sindacati Fim-Fiom-Uilm. Maurizio Landini chiarisce: "E' inconcepibile che venga lasciato andare all'estero un lavoro importante come quello che fanno gli ingegneri e i tecnici della Micron".

Evidentemente, non sono arrivate quelle "ipotesi concrete" dal governo Renzi per risolvere la vertenza Micron, visto che oggi sono scesi in piazza i lavoratori a rischio esubero con i sindacati Fim-Fiom-Uilm. Dopo il vercice al Mise con Federica Guidi, Maurizio Landini della Fiom aveva infatti annunciato che lo sciopero e la manifestazione a Roma di oggi non si sarebbero svolti se antro la mattinata sarebbero state presentate appunto "ipotesi concrete" sul caso Micron. Davanti a Palazzo Chigi, Maurizio Landini quindi ribadisce: "E' inconcepibile che venga lasciato andare all'estero un lavoro importante come quello che fanno gli ingegneri e i tecnici della Micron. - sottolineando - Siamo qui non solo per difendere il lavoro ma anche le competenze e le intelligenze che ci sono, e su questo è necessario che il governo intervenga per trovare una soluzione che permetta di continuare ad eccellere sulla produzione della memoria anche nel nostro Paese".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: