le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Micron, Fiom: entro 4 aprile "ipotesi concrete", sennò presidio a Roma

La Fiom valuta "positivamente" l'incontro che c'è stato oggi sul caso Micron al Ministro dello Sviluppo Economico, ma Maurizio Landini chiarisce che se entro domani mattina non ci saranno sul tavolo "ipotesi concrete" rimane confermato il presidio davanti Palazzo Chigi convocato per il 4 aprile.

Dopo l'incontro con il Ministro dello Sviluppo Economico e i Segretari Nazionali di Fim-Fiom e Uilm sul "caso Micron", Maurizio Landini e Roberta Turi sottolineano in una nota di "valutare positivamente" il fatto che Federica Guidi abbia incontrato i sindacati e che "nel corso dell'incontro, abbia dichiarato che si impegnerà per trovare una soluzione alla vertenza". "Nello specifico, - proseguono Landini e Turi - il ministro ha dichiarato un suo intervento sulle aziende Micron e St Microelectronics. Su Micron per fare in modo che per la durata del piano di riorganizzazione industriale si utilizzino strumenti socialmente non traumatici e su StM affinché si faccia carico del maggior numero possibile di esuberi". La Fiom precisa però che se entro domani mattina non ci saranno sul tavolo "ipotesi concrete" rimane confermato il presidio davanti Palazzo Chigi convocato per il 4 aprile. Il 2 aprile, infatti, la Fiom ha dichiarato 8 ore di sciopero con manifestazione a Roma di tutte le lavoratrici e i lavoratori dell'azienda, dopo l'incontro che si era svolto al Ministero del Lavoro in merito alla procedura di licenziamento collettivo che vede coinvolti 419 lavoratori della Micron delle sedi di Catania, Agrate, Vimercate, Arzano e Avezzano.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: